Foligno, in centro nasce il primo baby pit stop dedicato a neo mamme e bimbi

Foligno, in centro nasce il primo baby pit stop dedicato a neo mamme e bimbi
di Giovanni Camirri
3 Minuti di Lettura

FOLIGNO - Il centro storico di Foligno sempre più cuore dell’accoglienza, del servizio e della comunità. Da poco è stato, infatti, inaugurato, il primo “ baby pit stop” permanente della storia cittadina. Un primato nel primato anche perché questo servizio essenziale viene ospitato negli spazi dell’Ostello Pierantoni, realtà unica a livello internazionale che ha la sua casa in un palazzo del Seicento. Il progetto è stato pensato e realizzato dai gestori dell’Ostello e l’inaugurazione è avvenuta i collaborazione con il comitato provinciale Unicef alla presenza degli assessori comunali Michela Giuliani e Agostino Cetorielli. Quello da poco divenuto realtà è il primo punto cittadino di accoglienza per neo-mamme, in cui poter allattare e prendersi cura delle piccole necessità del bambino in tranquillità e sicurezza. La cooperativa Il Faggio, che gestisce dal 2014 Ostello Pierantoni, si è fatta promotrice dell’ideazione e realizzazione di questa meritoria iniziativa, già adottata con successo dalla rete nazionale dei baby pit stop dell’Unicef. Il Baby Pit Stop (Bps) prende il nome dalla nota operazione del “cambio gomme + pieno di benzina” che viene effettuata in tempi rapidissimi durante le gare automobilistiche di Formula Uno. Nei Bps il cambio riguarda il pannolino ed il “pieno” è di sano latte materno, ricco di nutrienti e di anticorpi. L’allestimento del Bps, secondo gli standard previsti da Unicef, comprende: una comoda poltroncina per l’allattamento del neonato; un fasciatoio idoneo per il cambio del pannolino; opuscoli informativi dell’Unicef e di eventuali partner istituzionali; un angolo attrezzato per il gioco dei bambini. In aggiunta, Ostello Pierantoni ha previsto: servizi igienici dedicati esclusivamente alla famiglia; due lavabi per poter lavare il neonato e soddisfare le normali necessità igieniche; una piccola biblioteca con libri per bambini, spazio per leggere, ascoltare, raccontare e giocare. L’apertura del Bps coincide con gli orari di apertura della reception, ossia tutti i giorni, inclusi week end e festivi, dalle 9.30 alle 12,30 e dalle 13 alle 19. «Alla presenza - spiegano Francesco Serafini, generale manager dell’Ostello e Daniele Caldera presidente della Cooperativa il Faggio - del delegato provinciale dell’Unicef Iva Catarinelli, degli assessori comunali Giuliani e Agostino e di numerosi piccoli ospiti divertiti dalla simpatica Marialuisa Morici, la Cooperativa dà ulteriore concretezza al percorso di apertura dell’Ostello sulla città. Seguiranno, infatti, numerose altre occasioni in cui Ostello Pierantoni ospiterà iniziative culturali e kermesse artistiche, “restituendo” alla città i prestigiosi e incantevoli spazi sia interni che esterni del nobile palazzo seicentesco, così come già avviene con la preziosa collaborazione intrapresa - concludono - con il rione Badia e i suoi quintanari».

Martedì 17 Dicembre 2019, 19:07
© RIPRODUZIONE RISERVATA