E' morto Fulvio Sbrolli, presidente del Consiglio Notarile di Terni, Spoleto e Orvieto

Mercoledì 22 Luglio 2020 di Aurora Provantini
Se n’è andato il notaio Fulvio Sbrolli, «punto di riferimento di tanti professionisti e di tante famiglie ternane». Carmelo Campagna, presidente dell’ordine dei commercialisti della provincia di Terni e di Gepafin, lo ricorda così: «Disponibile nei frangenti più complicati, sempre con un punto di vista di prospettiva e con la capacità di risolvere problematiche complesse con serietà ma soprattutto con la riservatezza e la discrezione che hanno fatto di lui il depositario di vicende personali di tanti imprenditori e di tante famiglie».
«Il primo atto notarile professionale lo ho fatto con lui nel 1984 - racconta Carmelo Campagna - quando avevamo lo studio nello stesso palazzo in via Barbarasa. La sua scomparsa è una perdita insostituibile sia dal punto di vista professionale, sia per il grande patrimonio umano che portava con sé. Esprimo la vicinanza di tutti i miei associati alla moglie Margherita, alle loro tre figlie e a tutti i collaboratori dello studio notarile».
Angelo Matteo Socci, giudice al Tribunale di Terni per oltre 25 anni e attuale consigliere della Corte Suprema di Cassazione, ci tiene a salutare uno dei professionisti più importanti di Terni. «Esercitava il notariato con spirito di servizio - dichiara Socci - con delicatezza e con aggiornamenti costanti, sia in materia fiscale che in materia civile, cercando di fare sempre al meglio gli interessi dei suoi clienti. Spesso mi chiamava per confronti su materie scottanti e trovavamo sempre un punto di incontro. Un abbraccio alle figlie Marta, Flavia e Clelia, alla moglie e a tutti i suoi amici che sono tanti. Terni sarà più povera intellettualmente, dopo la scomparsa di Fulvio».
Don Franco Semensa, parroco della chiesa di San Cristoforo, vuole ricordare l'amico Fulvio «con lo sgurdo buono di sempre». Presidente del Consiglio Notarile di Terni, Spoleto e Orvieto, classe 1955,  Fulvio Sbrolli è venuto a mancare stamattina mercoledì 22 luglio a seguito di una malattia che lo ha portato via in poco tempo.  © RIPRODUZIONE RISERVATA