CORONAVIRUS

Coronavirus, anche i car show vogliono ripartire

Lunedì 1 Giugno 2020 di Giovanni Camirri
FOLIGNO - Restrizioni da Covid-19, c’è un settore in Umbria che scalpita e che vuole ripartire rispettando tutte le regole. Un settore che si presenta solido, che muove molto anche in termini di indotto e che si articola su tre livelli: car show, tuning, car audio. A spiegare cosa sta accadendo sono due esperti del settore, da tempo in prima linea e cioè Giuseppe Cimminelli per i motori e Ivo Pennacchi per il tuning e car audio.
IL PUNTO
«Vogliamo tornare ad incontrare la gente – spiega Cimminelli – pronti a lavorare seguendo tutti i protocolli previsti. Quello dei motori è un settore che in questa fase sta vivendo, come altri ambiti, un momento complesso. Ma siamo pronti a metterci la faccia mostrando la professionalità che siamo in grado di offrire. Avevamo organizzato due eventi, il Motori In a Foligno e il Motor Style a Orvieto e in costanza di pandemia li abbiamo dovuti far slittare. Si tratta di eventi che nel primo caso muovo 250 super veicoli da esposizione e nel secondo addirittura 500. Eventi che proponiamo come GC Eventi e che realizziamo con nostri collaboratori sul posto come Maurizio Lanari e Fabio Timi, Angelo Mencaroni che si occupa della comunicazione e Erika Manucchi madrina del Motor Style. Ad oggi – prosegue – attendiamo comunicazioni ufficiali che ci mettano in condizioni di poter ripartire in sicurezza anche perché il nostro settore, quello dei motori muove numeri importanti sia di pubblico che di indotto, ed è un ambito che, in Umbria, sta prendendo sempre più piede. Ci sono anche importanti partner commerciali cui siamo vicini e con i quali siamo pronti a realizzare eventi dando gambe alla ripartenza che sarà l’elemento – conclude – che ci porterà realmente ad uscire da questa crisi generalizzata».
IL FUTURO
Del settore car audio e tuning parla Ivo Pennacchi, un’autorità del settore e dominus di Master Sound, realtà folignate che da sempre fa parlare di se a livello mondiale portando in altro il nome di Foligno e il genio di chi realizza pezzi unici sia a livello di tuning che di car audio. «Il settore – dice Pennacchi – del car audio e del tuning muove a livello nazionale qualcosa come 600mila appassionati. Proprio per questo siamo più che pronti a ripartire. Dal 1988 Master Sound raccoglie gli appassionati del settore e io stesso ho iniziato come appassionato trasformando in un lavoro quella stessa passione. Vogliamo risollevare la testa ridando anima ad un settore tutto italiano che viene invidiato a livello mondiale. La nostra realtà, cioè la Master Sound, vanta premi mondiali e record assoluto ancora oggi imbattuti. Siamo stati i primi a realizzare il primo furgone tuning su scala internazionale aprendo poi questo settore a tutto il mondo. Aggiungo inoltre che nel 2001 abbiamo vinto un premio mondiale per aver proposto anche qui per primi assoluti i monitor installati sui parasole. Abbiamo anche una scuderia unica al mondo che conta di 28 veicoli in origine veri e propri pezzi di ferro da buttare via e che oggi sono esemplari unici su scala mondiale. Abbiamo solo per la realtà folignate 40 associati, svolgiamo stage con le scuole dando la possibilità ai ragazzi di crearsi un mestiere. Per tutte queste ragioni c’è grande voglia di far ripartire nella massima sicurezza questo settore – conclude – che tutti ci invidiano». © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani