Bimbo di quattro anni rischia di morire: sfiorata un'altra tragedia in piscina

Domenica 21 Luglio 2019

PERUGIA - Forse il gran caldo, il sole che è tornato a colpire duro, o una fatalità ancora non completamente spiegabile: la conseguenza è che si è sfiorata un'altra tragedia in piscina. Dopo i due morti nel giro di poche settimane (lo studente spagnolo a fine giugno e il 42enne sabato pomeriggio a Ponte Pattoli) e dopo altre situazioni di estremo pericolo, nella tarda mattinata di domenica mattina l'allarme è scattato in una piscina nella zona di San Feliciano.

Un bimbo di appena 4 anni ha rischiato di morire, dopo essersi sentito male mentre stava facendo il bagno: una nota dell'ufficio stampa dell'azienda ospedaliera parla di asfissia alle vie respiratorie, con il piccolo che è stato immediatamente soccorso in acqua e affidato alle cure del 118 di Passignano. Immediato il trasferimento al pronto soccorso dell'ospedale Santa Maria della Misericordia, dove il piccolo è arrivato in codice rosso. 

Vista la gravità delle sue condizioni, il bambino è stato trasferito all'ospedale pediatrico Meyer di Firenze. Oltre ai suoi genitori (la famiglia risiede a Perugia), il piccolo è accompagnato anche dal medico della struttura di Rianimazione, Antonio Galzerano, che ha provveduto a metterlo in sicurezza.

Ultimo aggiornamento: 21:53 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

La doppia vita dei prof? Basta andare sui social

di Raffaella Troili

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma