Stasera in tv, lunedì 30 agosto su Rai 2 «Raid - Una poliziotta fuori di testa»: curiosità e trama del film con Alice Pol

Stasera in tv, lunedì 30 agosto su Rai 2 «Raid - Una poliziotta fuori di testa»: curiosità e trama del film con Alice Pol
3 Minuti di Lettura
Lunedì 30 Agosto 2021, 15:57

Stasera in tv, lunedì 30 agosto, andrà in onda su Rai 2 alle 22:55 il film «Raid - Una poliziotta fuori di testa» del 2016. Ottavo lungometraggio diretto dal regista francese Dany Boon. Tra i protagonisti Florent Peyre, Alice Pol e Anne Marivin.

Uomini e Donne, Gemma lascia il programma? Parteciperà a un reality: ecco quale

La trama

La poliziotta Johanna Pasquali, interpretata da Alice Pol, è una sognatrice di natura, perennemente distratta e straordinariamente maldestra. Personalmente simpatica, dal punto di vista professionale è una nullità assoluta. Eppure, possiede delle reali competenze, ma la sua goffaggine ne fa un pericolo costante per amici, colleghi, pubblico e persino per i criminali. Le missioni più audaci che le vengono affidate riguardano le macchine in divieto di sosta e i piccoli furti nei negozi. Ma nel suo tempo libero Johanna coltiva un grande sogno: essere la prima donna arruolata nella squadra di élite della polizia, il Raid, una delle forze di sicurezza nazionale d'élite. Suo padre, ministro dell'Interno, cercherà di farla entrare, ma l'ingresso di una donna in questo corpo speciale non è ben visto da molti. Riuscirà la protagonista a riscattarsi?

Curiosità

Le riprese sono durate circa 2 mesi e mezzo, 400 persone sono state mobilitate per le riprese. Il film è stato girato in Belgio, in Francia a Villacoublay, al castello di Vaux-le-Vicomte nella regione dell'Île-de-France.

A seguito degli attentati avvenuti nel marzo 2016 a Bruxelles, diverse sparatorie programmate nella capitale belga sono state annullate o rinviate. «Raid» doveva essere girato per un giorno all'aeroporto di Bruxelles a Zaventem. Per motivi di sicurezza legati agli attentati di Parigi del 2015, Dany Boon e il suo team non hanno potuto girare in Francia per le strade con le divise.

© RIPRODUZIONE RISERVATA