Masterchef, Striscia svela vincitore: Sky furiosa. Vicenda finisce in tribunale

Masterchef, Striscia svela vincitore: Sky furiosa. Vicenda finisce in tribunale
4 Minuti di Lettura
Mercoledì 4 Marzo 2015, 09:26 - Ultimo aggiornamento: 22:53

Mediaset e Sky in guerra per il caso Masterchef. Nella puntata di ieri, Striscia la notizia, ha svelato il nome del vincitore della quarta edizione del talent culinario, con due giorni di anticipo sulla finale in programma domani. Di più: Striscia ha accusato uno dei concorrenti di pesanti scorrettezze.


Un dispetto di Canale 5 a Sky Uno, ma sarebbe meglio parlare di colpo di testa di Antonio Ricci che ha preferito andare per la sua strada nonostante, riferiscono voci di corridoio, i ripetuti inviti arrivati dai piani alti di Mediaset di non svelare nulla. Ma soprattutto una battaglia di Ricci contro Affari tuoi di Raiuno che supera in ascolti il tg satirico.

IL PACCO

Nessun “pacco” o truffa. Masterchef è stato registrato in estate e nella conferenza stampa di dicembre, Sky Uno aveva ripetuto che il nome del vincitore era già noto da tempo a una ristretta schiera di persone. A trionfare come re dei fornelli della quarta edizione del talent, sarebbe Stefano, seguito da Nicolò e da Amelia. Per scoprire se davvero l'anticipazione di Striscia abbia rovinato la finale bisognerà attendere domani. Il pretesto da cui è partita la rivelazione di Striscia sarebbero alcune irregolarità del concorrente Nicolò.

Le sorprese non finiscono qui, al tg satirico sono arrivate delle informazioni su Nicolò, secondo alcune segnalazioni dei telespettatori il giovane studente di agraria non sarebbe un semplice appassionato di cucina, ma avrebbe lavorato per oltre un anno al "Sadler", un ristorante pluristellato di Milano e attualmente lavorerebbe per Carlo Cracco, uno dei giudici di Masterche Italia. Il regolamento di Masterchef prevede l'ammissione di cuochi dilettanti che non abbiamo mai lavorato, come chef, in una cucina professionale.

L'inviato di Striscia ha intercettato Nicolò per strada chiedendogli spiegazioni ma senza avere risposte. L'incontro tra i due è avvenuto fuori del ristorante di Cracco. Secca la smentita di Claudio Sadler «Nicolò non ha mai fatto nessuno stage nel mio locale», ha precisato, annunciando un imminente comunicato di smentita a Striscia. Nulla di irregolare anche nel contratto che lega Nicolò Prati a Cracco: alla fine della trasmissione spesso alcuni concorrenti vengono assunti con una borsa di studio. Ma tutto alla fine del talent.

LA REAZIONE

Immediata la smentita anche di Magnolia, la casa di produzione di Masterchef che respinge qualunque accusa relativa a presunte irregolarità. «Secondo il tg satirico - dice un comunicato - il concorrente Nicolò avrebbe contravvenuto al regolamento in quanto impiegato in una struttura professionale come il Sadler. La notizia è falsa e priva di qualunque fondamento. Magnolia ritenendosi danneggiata valuterà la possibilità di adire le vie legali».

Nell'ambiente Sky di Milano Santa Giulia la reazione è di stupore totale: «Ci sono regole non scritte ma fondamentali nel mondo dello spettacolo: non si fanno anticipazioni. Non resta che prendere atto che questa sera la regola è stata clamorosamente violata dai nostri concorrenti. E' come andare fuori da un cinema che proietta un giallo a rivelare il nome del colpevole. Un danno enorme».

La vicenda, naturalmente, finirà in tribunale. Due volte. A quanto apprende l'Adnkronos, Sky procederà per vie legali. Lo stesso farà la società Magnolia, produttrice del programma, ma per il risvolto che riguarda Nicolò.

I TWEET

Per tutta la giornata il tema ha tenuto banco sui social network con ripetuti inviti da parte dei protagonisti a non rovinare la finale. «Il rispetto per i telespettatori deve venire prima di tutto. Invidie e ripicche lasciamole fuori, please. Lasciateci divertire» ha twittato Carlo Cracco subito imitato da Bruno Barbieri che ha scritto «il popolo di Masterchef e tutti noi siamo sconcertati per il gesto irrispettoso da parte di Striscia la notizia».

© RIPRODUZIONE RISERVATA