Beppe Fiorello a Domenica In: «Per anni sono stato il "fratello di", ma Rosario ha sofferto di più»

Beppe Fiorello a Domenica In: «Per anni sono stato il "fratello di", ma Rosario ha sofferto di più»
2 Minuti di Lettura
Domenica 1 Novembre 2020, 17:13

Beppe Fiorello è ospite di Mara Venier a Domenica In. «Non avevo mai pensato di fare l'attore - ha raccontato - io volevo solo raccontare storie, potevo fare lo scrittore ma non avevo le basi. Ho recuperato dopo. La scuola è importante, è l'istituzione che oggi soffre più di tutte». Un incontro con Niccolò Ammaniti gli ha cambiato la vita: fu lui a spingerlo a fare l'attore. «Ma all'epoca non era così famoso», specifica Beppe Fiorello.

LEGGI ANCHE Domenica In, Panariello choc: «Mio fratello morto di ipotermia, la droga non c'entra»

 

«Rosario soffriva quando mi attaccavano»

«Forse ci soffriva più lui perchè sapeva che attaccavano il fratello più piccolo», racconta Beppe Fiorello parlando del fratello Rosario e degli attacchi subiti all'inizio della sua carriera. «Per anni sono stato il "fratello di" - racconta a Mara Venier - ma questo non ha mai intaccato il nostro rapporto. Mi ha sempre ispirato Rosario». E aggiunge: «Guardavo mio fratello sin quando era sul palco dei villaggi turistici».

Video

© RIPRODUZIONE RISERVATA