Esplode il razzo Starship di SpaceX di Elon Musk: lo spettacolare botto che scaglia pezzi a centinaia di metri Video

Giovedì 21 Novembre 2019 di Paolo Ricci Bitti
Foto da  LabPadre (Youtube)

Esplode Starship Mark 1, il nuovo razzo navicella di SpaceX di Elon Musk presentato lo scorso anno sia per decollare nel mercato del turismo spaziale sia, soprattutto, per rilanciare la corsa alla Luna e tentare il balzo verso Marte.

L'incidente, che non ha causato feriti, è avvenuto nello stabilimento di Boca Chica in Texas durante un test di carico pressurizzato criogenico del serbatoio dell'ossigeno liquido del prototipo Mk1: un boato ha scosso la zona, una nuvola bianca ha avvolto il lucente razzo metallico alto 50 metri e si è vista chiaramente la cupola del serbatoio schizzare a centinaia di metri di distanza dopo un'alta parabola.  L'incidente è avvenuto il 20 novembre e la notizia è stata rilanciata puntualmente in italia dal sito specializzato  AstronautiNews.

Musk brucia i tempi per Marte

Tante le immagini subito diffuse sul web dai tanti appassionati che tengono telecamere puntate sull'azienda di Space X in cui avvengono i test sul primo prototipo del veicolo spaziale presentato lo scorso ottobre da Musk e che nella tabella da marcia dell'azienda dovrebbe portare attorno alla Luna già nel 2020 il miliardario giapponese Yusaku Maezawa e altri turisti.
 

Un programma che adesso potrebbe subire ritardi anche se va detto che incidenti come questo, per quanto spettacolari, sono a dir poco fisiologici come ricorda la storia di tutta la missilistica e  ancora di più nelle vicende di SpaceX che si è avventurata nella nuova frontiera dei razzi riutilizzabili, di certo il futuro dei lanciatori. Il botto, favorito dall'alta pressione dei propellenti che alimentano i tre motori Raptor, e che non ha innescato incendi o altre esplosioni, ha inoltre interessaton il primo prototipo di Starship ovvero quello dedicato espressamente a test di assemblaggio e di resistenza. Si tratta di progettare e mettere in pratica nuove tecnologie e questo rende più che possibili incidenti ed errori da cui imparare e proseguire nella missione: altri due veicoli di questo tipo sono in assemblaggio in Texas a e Cape Canaveral e l'ultimo potrebbe essere quello che decollerà davvero per lo spazio con l'equipaggio che comprende anche turisti. 
 

 

 

Inoltre lo stesso Musk ha spiegato, nel commentare l'incidente di Boca Chica, che la versione definitiva di Starship potrebbe essere molto differente da quella presentata l'anno scorso.
 
La dichiarazione di SpaceX

 

 

Ultimo aggiornamento: 16:21 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

L’asse Ficcardi–Cacciatore, la coppia che punta l’indice

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma