Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Morto Cavalli Sforza, il genetista che studiò i segni delle migrazioni nel Dna

Morto Cavalli Sforza, il genetista che studiò i segni delle migrazioni nel Dna
1 Minuto di Lettura
Sabato 1 Settembre 2018, 14:59 - Ultimo aggiornamento: 2 Settembre, 22:01
È morto il genetista Luigi Luca Cavalli Sforza. Aveva 96 anni e si è spento a Belluno, nella sua casa, seguito dal medico di famiglia. Era nato a Genova, il 25 gennaio 1922. Il suo lavoro si è incentrato sulla genetica delle popolazioni e delle migrazioni dell'uomo e sulle interazioni tra geni e cultura.

Cavalli Sforza ha creato un nuovo campo di ricerca combinando la demografia con le analisi dei gruppi sanguigni nella popolazione. I suoi studi hanno permesso di ritrovare nell'attuale patrimonio genetico dell'uomo i segni lasciati dai grandi movimenti migratori del passato e delle società multietniche.
© RIPRODUZIONE RISERVATA