Zannino e la sfida C1 della Juvenia
Il nostro obiettivo è la salvezza»

Martedì 13 Settembre 2016 di Vincenzo D'Avino
Mister Marco Zannino
La nuova sfida di Marco Zannino si chiama Sporting Juvenia. La società del presidente Giuliani ha rilevato la matricola della Cisco Roma ed è pronta a misurarsi con il campionato di Serie C1, alla ricerca di una difficile salvezza. Questa la missione affidata all’ex tecnico dell’Italpol, voglioso di riscatto dopo il drammatico epilogo della scorsa stagione, in cui vide sfumare la vittoria del campionato di C2 solamente all’ultima giornata.

RIPARTIRE DA ZERO – Il tecnico conosce benissimo le insidie che lo attendono, ma non ha nessuna intenzione di tirarsi indietro: “Sono pronto a mettere la mia esperienza e la mia determinazione al servizio della squadra. L’ambiente è reduce da uno smembramento e sappiamo che ripartire da zero non è mai semplice, ma vogliamo giocarci le nostre carte. I ragazzi stanno lavorando bene e rispondendo in maniera positiva alle sollecitazioni. I passi da fare sono molti, inutile parlare di progressi, non ci resta che aspettare i primi verdetti del campo”.

SALVEZZA – Viste le premesse, la priorità sarà quella di mantenere la categoria: “Siamo capitati in un girone molto impegnativo - avvisa Zannino -. Ci saranno almeno tre-quattro formazioni, forse anche cinque, che lotteranno per il vertice, mentre le altre, tra cui noi, si daranno battaglia per la salvezza. Le squadre attrezzate sono molte, quindi potrebbero esserci alcune sorprese, ma il nostro pensiero deve essere rivolto al mantenimento della categoria. La società ci ha chiesto questo e noi faremo di tutto per accontentarla”.

ESORDIO CASALINGO – Il campionato dello Sporting Juvenia partirà con il match casalingo contro l’Anguillara: “Cominciare in casa potrebbe, dal punto di vista ambientale, essere un vantaggio soprattutto per i nostri giovani, perché permetterà loro di giocare con un pizzico in più di tranquillità - analizza il mister -. Detto questo, sarà tutto tranne che una gara semplice. Manciuria è un buonissimo allenatore e di sicuro non si farà trovare impreparato, ci sarà subito da sudare”.

ALLA PARI – Il primo turno di Coppa Lazio, invece, proporrà lo scontro con il Gavignano: “Abbiamo evitato le squadre più attrezzate, senza nulla togliere ai nostri avversari - commenta Zannino -. Credo che sarà una sfida alla pari, entrambe le formazioni hanno il 50% di possibilità di centrare la qualificazione. Gavignano è un campo ostico e Sinibaldi un elemento di indiscusso valore. Ci aspetta una bella battaglia, speriamo di fare bene”.
© RIPRODUZIONE RISERVATA