Roma, Mkhitaryan: «È stata una delle stagioni più belle della mia carriera»

Mercoledì 5 Agosto 2020 di Gianluca Lengua
Mkhitaryan si è preso l’attacco della Roma assieme a Dzeko e sarà lui domani contro il Siviglia a dare una speranza in più a Fonseca di passare il turno: «Dovremo avere più la palla, giocare, stare in avanti ed essere fiducioso». Ecco le parole dell’armeno alla vigilia della partita. 

Il Siviglia. «Secondo me dobbiamo stare attenti perché si gioca una sola partita e non due come prima. Dovremo avere più la palla, giocare, stare in avanti ed essere fiduciosi. Se si gioca con fiducia si può vincere la partita. Non si deve perdere la testa».

La finale di Europa League dello scorso anno. «Mi è dispiaciuto non giocarla. Non ne voglio parlare e mi fa male. Io voglio sempre arrivare in finale, voglio vincere. La squadra è pronta per questa partita e farò tutto per vincere domani. La mia vittoria è la vittoria della squadra». 

Il cambio modulo. «Mi trovo bene, non è una questione di sistema di gioco o di quello che chiede il mister. Fai sempre di tutto per vincere la partita, adesso per me è più facile perché gioco più vicino a Dzeko. È una cosa su cui voglio lavorare e fare bene per la squadra».


Il gol in Europa League. «È stata una stagione bellissima, una delle più belle della mia carriera. Io non ho ancora segnato, ma penso di avere 90 minuti per farlo. È più importante che la squadra vinca. Non sono importanti le cose individuali, ma quelle di squadra. Si vince insieme e si perde insieme. Anche se faccio gol sono felice, ma vincere è la cosa più importante». 
© RIPRODUZIONE RISERVATA