Napoli, la Procura indaga sui furti ai danni dei calciatori partenopei

Martedì 12 Novembre 2019

Mere coincidenze o intimidazioni vere e proprie? La Procura di Napoli scende in campo ed avvia accertamenti per capire se le tensioni in casa azzurra siano da mettere in relazione con gli ultimi brutti episodi che hanno preso di mira negli ultimi giorni i giocatori azzurri. Prima l'effrazione e il il tentativo di furto venerdì scorso in casa Allan, poi il furto subito domenica dalla moglie del centrocampista azzurro, Zielinski.

Al momento - secondo quanto emerge - non si sarebbe in presenza di una strategia finalizzata a intimidire i giocatori 'ribellì del Napoli ma il fatto stesso che se ne occupi la Procura dimostra che i riflettori sono stati accesi. Oggi il Napoli ha ripreso gli allenamenti, ma sarebbe più giusto dire che a Castel Volturno si sono ritrovati soltanto i resti della squadra, visto che ben 13 azzurri sono impegnati con le rispettive Nazionali. Ancelotti vorrebbe sfruttare questi giorni di sosta per ritrovare almeno un pò della serenità perduta la scorsa settimana. Ma l'ambiente è ancora carico di tensioni che nelle ultime ore si sono spostate dai protagonisti del calcio alle loro famiglie. Ciò che è accaduto nei giorni scorsi ad Allan e a Zielinski ha lasciato il segno in un ambiente già fortemente scosso. Gli investigatori manifestano scetticismo sul fatto che questi episodi di criminalità siano in qualche modo legati alla situazione di crisi del Napoli e, al momento, non ci sarebbe alcun nesso con le contestazioni che con ogni mezzo sono arrivate alla squadra dopo l'ammutinamento e il rifiuto di continuare il ritiro deciso dalla società subito dopo la gara di Champions con il Salisburgo.

Ma le indagini e gli accertamenti vanno avanti. Ed i calciatori, e soprattutto quelli che al momento si trovano lontani dalla città per aver dovuto rispondere alla chiamata delle proprie Nazionali, sono preoccupati. Allan e tutta la famiglia (la moglie Thais è peraltro incinta all'ottavo mese) si sono trasferiti in albergo a scopo precauzionale, anche se il tentativo di furto nella villetta in cui vivono a Pozzuoli è avvenuto in loro assenza. Il tentativo di furto in casa di Allan, avvenuto venerdì scorso e fallito perchè i ladri non sono riusciti ad aprire la cassaforte, era stato programmato. È risultato infatti che i malviventi avevano preventivamente reciso il cavo della telecamera di un negozio vicino all'ingresso per evitare di essere in qualche modo individuati. Quanto a Laura, moglie di Zielinski, vittima del furto di autoradio e navigatore della propria auto, si è trasferita con il marito in Polonia e tornerà a Napoli sono insieme al centrocampista polacco, al termine dei suoi impegni con la Nazionale.

L'auto era stata parcheggiata in una località di Licola ritenuta dalle forze dell'ordine a rischio furti. È probabile dunque che i ladri neppure conoscessero l'identità del proprietario della vettura.Jenny, la moglie di Insigne, il più contestato dai tifosi, a seguito della partenza del marito, si è trasferita con i due figli a casa dei genitori. Come uscire fuori da questo clima di tensione e preoccupazione? Soltanto un'inversione di tendenza dei risultati sul campo e una pace tra calciatori e società potrebbe dissipare.

Ultimo aggiornamento: 19:02


© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Iscrizione a scuola, la regola aurea per decidere senza discutere

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma