«Ecco come sedurre le ragazze russe». Bufera sul manuale della Federcalcio argentina: aperta un'indagine

Mercoledì 16 Maggio 2018 di Matteo Sorio
7
«Ecco come sedurre le ragazze russe». Bufera sul manuale della Federcalcio argentina
«La prima impressione conta molto, quindi attenzione alla vostra immagine». Ma va? «E’ importante essere puliti e ben vestiti». Ma dai. «Il consiglio è trattare la donna di fronte a voi come una persona di valore». E come avrebbe risposto Massimo Troisi, mo’ me lo segno proprio. Della serie: verso la Russia con amore, pure troppo. «Muy moderno…», molto moderno: il fortunato giornalista sudamericano Nacho Catullo chiosava così, su Twitter, due giorni fa, il proprio scatto clandestino del fondamentale capitolo «Come conquistarsi un’opportunità con le donne russe», appendice per latin lover del manuale che l’Afa, equivalente della nostra Figc, aveva distribuito durante quella «Conferenza sulla lingua e cultura russa» pensata per dirigenti, allenatori, giocatori e giornalisti argentini diretti ai prossimi Mondiali di calcio. 



Una collezione di perle, come la preziosa premessa che «molti uomini, dato che le donne russe sono belle, vogliono solo portarle a letto». O di dritte esclusive, essendo che, peculiarità loro, le donne russe «non vogliono essere trattate come oggetti». A capo del corso Afa, gratuito, un docente di lingua russa, Eduardo Pennisi. E nel manuale del corso, infilato tra i materiali di studio sulla Russia, il galateo per gli scambi culturali con la popolazione del luogo. Appena il cinguettio di Catullo ha fatto il giro del web, l’Afa ha rimosso quel capitolo. Peccato che nel frattempo la storia fosse già di dominio e polverone pubblico. Per Pennisi l’Afa aveva approvato il suo manuale, da lui peraltro redatto «senza cattive intenzioni» (per carità). Dal canto suo l’Afa sta “investigando” per capire se quel capitolo sia un “sabotaggio”. Di certo l’Afa stessa, ieri, ha chiesto ufficialmente scusa parlando di “errore di stampa”. Ma Internet non concede oblio. E per chi è diretto in Russia resta adesso un patrimonio di nozioni imprescindibili. Perché «ci sono molte belle donne in Russia e non tutte vanno bene per voi», ergo «siate sempre selettivi». Chissà, domani, se sulla ruota delle fasi finali dovesse uscire Russia-Argentina. Chissà, oggi, le facce di Putin, Sharapova e James Bond. 
Ultimo aggiornamento: 17 Maggio, 19:50 © RIPRODUZIONE RISERVATA