La Fiorentina alza la testa, Crotone battuto al Franchi

Sabato 23 Gennaio 2021 di Mario Tenerani
La Fiorentina alza la testa, Crotone battuto al Franchi


Il problema per la Fiorentina era riuscire a cancellare l’umiliazione di domenica scorsa al Maradona. Non era semplice archiviare tutto in fretta. Missione compiuta per gli uomini di Prandelli. Era uno scontro da dentro e fuori per la salvezza, contava solo vincere e la Fiorentina ce l’ha fatta con i gol di Bonaventura e Vlahovic, mentre Simy ha dimezzato lo svantaggio per il Crotone.  
Per i viola un bel passo in avanti verso una classifica più rassicurante: Prandelli gira a quota 21 alla fine del girone di andata (lo stesso punteggio di un anno fa quando sulla panchina c’era Beppe Iachini subentrato a Montella). Il Crotone sempre peggio: dopo 19 partite ha solo 12 punti, è ultimo e a questo punto mantenere la categoria sarà un’impresa. I limiti dei calabresi sono evidenti, soprattutto in difesa: davanti un po’ meglio con la velocità e l’estro di Messias e Simy. 
Le sberle di Napoli hanno costretto la Fiorentina ad entrare in campo convinta. Il presidente Commisso in settimana era stato chiaro: vincere era l’inca cosa che serviva. I viola sono stati facilitati dalla disarmante debolezza difensiva del Crotone che si è confermata la peggior difesa del campionato (43 gol subiti in 19 partite). Sotto una pioggia fredda i viola hanno attaccato aspettando che il Crotone commettesse l’errore decisivo: Castrovilli ispirato e Ribery tra le linee. Il vantaggio è arrivato con un gesto tecnico stupendo di Bonaventura che fuori area ha addomesticato la palla col petto e poi un tracciante a palombella al volo di destro. Il primo tempo dei viola è stato sicuramente piacevole. I calabresi hanno accusato il colpo, la Fiorentina ha aumentato la velocità della circolazione della palla e sull’asse Castrovilli-Ribery-Vlahovic è arrivato i raddoppio viola: splendido l’assist del francese per il serbo arrivato a 7 centri in campionato di cui 6 nelle ultime 8 gare. 
Nella ripresa il Crotone ha provato a spingere creando spazi, ma la Fiorentina ha sprecato malamente alcune ripartenze. Il secondo tempo dei viola è stato meno brillante del primo, è subentrata la paura che sovente attanaglia la Fiorentina. La squadra di Prandelli si è abbassata troppo e così Simy di testa, cross di Pereira, ha ridotto lo svantaggio. 
La Fiorentina dopo ha reclamato per una trattenuta in area del Crotone di Eduardo su Ribery, ma Piccinini non ha concesso il rigore. Sembrava davvero ci fosse. 
Dopo la partita ha parlato il presidente Commisso: “Sono soddisfatto, io ho passato tutta la settimana con la squadra e ho visto i giocatori carichi. Spero che Ribery migliori ancora e non voglio dire altro sul suo futuro”. 

Ultimo aggiornamento: 23:04
© RIPRODUZIONE RISERVATA