Balotelli: «Non ho paura di fallire a Brescia». Cellino: «Mario scelta tecnica, non per vendere abbonamenti»

Lunedì 19 Agosto 2019
«Paura di fallire ne ho zero, sembra che ne abbiate di più voi che fate domande che non io...». Così Mario Balotelli si presenta al Brescia, la sua nuova squadra. «Avevo conosciuto Cellino ai tempi dell'Inghilterra - ha detto l'attaccante, nel corso della conferenza stampa al fianco di Massimo Cellino - Non è stato poi così difficile scegliere di venire a Brescia: questa è la mia città, posso dare molto di più qui». Quanto al rapporto con il ct azzurro Mancini, «mi ha chiamato per il mio compleanno»

«Con Mancini il ritorno in azzurro dipende da me. Prima, non era così. Perchè l'attuale ct è giusto...Sono venuto a Brescia perché è la mia città, ma anche perchè voglio ritrovare la nazionale e andare all'Europeo: se succede bene, se non succede...», ha aggiunto l'attaccante a Sky. «Tanti dicono che sono matto, ma se chiedete ai miei compagni nello spogliatoio, non ce ne è uno che mi odi».

«L'ho preso perché mi piace a livello fisico e tecnico, non perché dovevo vendere degli abbonamenti in più». A parlare è il presidente del Brescia, Massimo Cellino, nel corso della conferenza stampa di Mario Balotelli. «Il nostro fine è quello di giocare bene e non vorrei che Mario si sentisse troppo sotto pressione per una scelta del genere. In campo si va in 11, vincono e perdono le squadre e non il singolo», aggiunge Cellino.
Ultimo aggiornamento: 19:03


© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Gli straordinari delle maestre con gli stracci per pulire l’aula

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma