Mondiali ciclismo, prima ricognizione azzurra sul percorso di Innsbruck

Mondiali ciclismo, prima ricognizione azzurra sul percorso di Innsbruck
di Francesca Monzone
2 Minuti di Lettura
Venerdì 23 Marzo 2018, 19:18

Prima ricognizione sul circuito mondiale per Vincenzo Nibali, dove il 30 settembre a Innsbruck si correrà la prova in linea iridata. Il campione siciliano ha definito il tracciato di gara molto duro: “ Non ho mai visto un campionato del mondo difficile come questo - ha dichiarato Nibali - la salita finale sembra disegnata per una gara di endurance per mountain bike e non per una prova su strada. Avevo guardato il percorso su carta e avevo visto che era duro, ma non mi aspettavo un tracciato così impegnativo e le mie impressioni saranno sicuramente le stesse degli altri corridori”. 
La spedizione italiana guidata dal tecnico Cassani con gli altri due atleti della nazionale, Franco Pellizzotti e Alessandro De Marchi, è arrivata ieri in Austria ed è stata la prima squadra a provare il circuito Olympia, che i corridori dovranno affrontare 6 volte per poi affrontare nel finale la terribile salita “The Hell”.
Il capitano della Bahrein Merida ha spiegato come le difficoltà non saranno solo legate al dislivello del percorso, ma anche dalle scelte tecniche, i rifornimenti e il dispendio delle energie durante la corsa. 
Davide Cassani ha studiato bene il percorso e segnato le difficoltà sulle quali lavorare: “ È un mondiale per scalatori con un percorso molto impegnativo. Sarà una gara con molta selezione e un finale impegnativo con 3 chilometri di salita, che toccheranno punte di pendenza del 28% - ha spiegato il cittì azzurro - Oggi ho voluto fare questa prima ricognizione con Pellizzotti e De Marchi poi tornerò con Aru dopo il Giro d’Italia e anche con Ulissi e Moscon. L’Italia ha buone possibilità di far bene in questa prova, abbiamo ottimi corridori che stanno dando risultati importanti ma gli avversari da battere sono tanti”.
Per Cassani le squadre favorite sono Francia, Colombia e la Spagna con Valverde. 
La rappresentativa azzurra oggi ha lasciato l’Austria, ma a breve ci saranno nuovi incontri  per testare i corridori che ufficialmente saranno alla partenza del mondiale di Innsbruck. 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA