Gp Montmelò, Quartararo show nelle libere, bene Dovizioso, Valentino precede Petrucci

Venerdì 14 Giugno 2019
Fabio Quartararo ha voluto rassicurare tutti sulle sue condizioni (operazione subita al braccio) andando a stampare con la sua Yamaha il miglior tempo di giornata nelle due sessioni di prove libere del Gp di Catalogna. Sul circuito del Montmelò, il 'rookiè francese si è tenuto dietro Andrea Dovizioso e il giapponese Takaaki Nakagami, il migliore su Honda, staccati di circa circa tre decimi. Anche in mattinata Quartararo si era messo in evidenza, col secondo tempo alle spalle di Marc Marquez, ma nel pomeriggio ha abbassato il crono dello spagnolo di sei decimi, arrivando a sfiorare il muro dell'1'40«. Il francese, già autore di una pole in questa stagione, riesce finora a sfruttare la Yamaha meglio di altri ben più titolati colleghi. È rimasto in ombra il campione del mondo, solo 17/o, impegnato nella messa a punto della sua Honda e per nulla preoccupato di brillare nella classifica dei tempi. »Sembra che siamo lontani ma siamo riusciti a lavorare tanto, provando vari pneumatici e diversi assetti - ha commentato il campione del mondo -. Questa posizione è bugiarda e sono contento di tutti i dato che siamo riusciti a raccogliere oggi«. Sempre sul pezzo Dovizioso, il quale dopo aver assistito al successo di Danilo Petrucci al Mugello ha tanta voglia di tornare sul primo gradino del podio per avvicinare Marquez, che lo precede di soli 12 punti. Il forlivese ha completato tanti giri a buon ritmo e solo nel finale Quartararo gli ha strappato il miglior tempo. Segnali incoraggianti sono venuti da Valentino Rossi, che si è preso il settimo tempo dopo aver montato un nuovo scarico più lungo che cambia la risposta del motore. Subito dietro al Dottore si è piazzato Petrucci, con un ritardo di mezzo secondo dalla vetta, molto migliorato rispetto alla mattina. Parlano italiano anche la quinta e sesta piazza, appannaggio della Ducati di Pecco Bagnaia e della Yamaha di Franco Morbidelli. Ancora in fondo al gruppo Andrea Iannone con l'Aprilia, inchiodato oltre il ventesimo tempo. Note ancora non positive per Jorge Lorenzo, il quale nonostante il pellegrinaggio in Giappone dai tecnici Honda e l'evidente supporto comparso sui fianchi del serbatoio, non è andato oltre il 14/o posto con un distacco di sette decimi. Il maiorchino si dice fiducioso di poter migliorare domani, quando calzerà le morbide che oggi non ha utilizzato. Giornata poco fruttuosa anche per Maverick Vinales, che finora non ha trovato l'atteso cambio di passo nemmeno sul circuito di casa. Ultimo aggiornamento: 19:45 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

La generazione che snobba i motorini e pure i bolidi

di Raffaella Troili

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma