Alex Pullin, morto a 32 anni il campione del mondo di snowboard: annegato durante immersione subacquea

Mercoledì 8 Luglio 2020

Alex Pullin, due volte campione del mondo di snowboard, è morto in Australia mentre stava facendo pesca subacquea in apnea. Pullin, che - come ricorda il sito della Bbc - aveva 32 anni ed era nato a Mansfield nello stato australiano di Victoria, è morto vicino a una spiaggia della Gold Coast del Queensland, nel nord del paese. Pullin era soprannominato «Chumpy» ed era stato il portabandiera dell'Australia alle Olimpiadi invernali di Sochi del 2014. Aveva rappresentato il suo paese nella disciplina dello snowboard cross anche alle Olimpiadi del 2010 e del 2018. Pullin sarebbe stato trovato privo di sensi sott'acqua da un subacqueo che stava facendo un'immersione e poi sarebbe stato portato a riva dai bagnini. I paramedici sono poi intervenuti nel tentativo di rianimarlo, ma senza successo. 

Scandalo nella ginnastica inglese: abusi mentali sulle giovani per mantenere la forma
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Fangin’ with the Rum dog @ellidy_ @ellyroseshep @wesssssty

Un post condiviso da Alex Chumpy Pullin (@alexchumpypullin) in data:

L'ultimo post su Instagram è di tre giorni fa: Pullin ha postato un video i cui si vede sfrecciare a bordo di una moto d'acqua insieme alla fidanzata e ad alcuni amici. La pesca subacquea era la sue seconda passione, dopo lo snowboard.  Il 26 giugno aveva pubblicato una foto in mezzo all'oceano: «Un giorno surreale nell'oceano - scriveva - Le balene cantavano attorno a noi e siamo pieni di pesci per il weekend». 

Ultimo aggiornamento: 16:58 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche