Cervia, torna il Festival mondiale degli aquiloni: draghi e meduse giganti volano in cielo

Cervia, torna il Festival mondiale degli aquiloni: draghi e meduse giganti volano in cielo
di Franca Giansoldati
2 Minuti di Lettura

Tutti con il naso all'insù. I migliori cacciatori di aquiloni del mondo si sono dati appuntamento a Cervia, sulla riviera romagnola. Un festival sulla spiaggia dove per chilometri e chilometri i più famosi «aquilonisti» faranno volare in cielo fantasiose e spettacolari creazioni, come polipi giganti gonfiati dal vento, uccelli di carta velina dalle ali collaudate e potenti, fiori bizzarri dalle forme imprevedibili, trattenuti da un filo invisibile comandato da terra, ma capace di far danzare migliaia e migliaia di aquiloni tutti assieme.

Per il 38esimo anno consecutivo il cielo di Cervia dal 20 aprile al 1° maggio si riempirà di colorate creazioni destinate a prendere quota alla prima folata, danzando in alto, planando dolcemente, come creature incuranti della forza di gravità. La fantasia e la creatività degli artisti sono assicurati al Festival degli Aquiloni. E' dal 1981 che la kermesse viene organizzata, crescendo di anno in anno fino a diventare un appuntamento planetario, capace di attirare sulla riviera i campioni dell'arte degli aquiloni: cinesi, giapponesi, americani, brasiliani, australiani.

Costruire un aquilone è un'arte antichissima che ripercorre il più antico sogno dell'uomo, quello di volare. Il vento a volte può anche essere solo virtuale, tutto dipende dall'abilità di chi tira i fili. Sulle strutture leggerissime degli aquiloni gli artisti costruiscono opere d'arte; come le famose meduse tentacolari dell'ultima edizione, i dragoni simbolici e magici o i pagliacci dai colori accecanti, buffi e giganteschi. 

Domenica 8 Aprile 2018, 19:55 - Ultimo aggiornamento: 23 Maggio, 17:56
© RIPRODUZIONE RISERVATA