Sul Lago Maggiore al via LetterAltura, il festival dedicato alla narrativa di montagna

Martedì 21 Agosto 2018
L'inaugurazione della passata edizione
Ritorna, da giovedì 27 a domenica 30 settembre 2018, LetterAltura, il Festival di letteratura di montagna, viaggio e avventura sul Lago Maggiore organizzato da dodici anni dall’Associazione culturale LetterAltura di Verbania. Incontri con scrittori ed esperti, spettacoli, mostre e altri eventi svilupperanno i due temi scelti per l’edizione di quest’anno e presenti nel titolo “Racconti sull’acqua e viaggi in battello”: da una parte l’acqua del lago, dei fiumi e dei torrenti, del mare e dei ghiacciai, e dall’altra i viaggi di navigazione reale e immaginaria saranno gli argomenti letterari, paesaggistici, ambientali, storici, scientifici, geopolitici e sociologici.

«Partecipare al Festival LetterAltura 2018 sarà come navigare in un itinerario tra diversi ‘luoghi dell’acqua’ – dall’Adriatico “mare corto” ai mari ghiacciati dell’Artide, dai torrenti delle Alpi ai ghiacciai dell’Himalaya – in diversi ‘tempi’ – dalla battaglia di Lepanto alla tragica attualità del Mediterraneo – e con diversi punti di vista – dalla spiritualità alla filosofia, dalla poesia alla narrativa. Ma il Festival darà modo di apprezzare direttamente la bellezza del Lago Maggiore e di conoscere il delicato equilibrio dei laghi alpini delle montagne del Verbano e dell’Ossola» così introduce il Presidente Michele Airoldi.

Sono previsti incontri con scrittori ed esperti, tra i quali il teologo Vito Mancuso, lo storico Alessandro Barbero, il poeta Fabio Pusterla, la filosofa Francesca Rigotti, gli scrittori Antonio Pascale, Hans Tuzzi e Simone Perotti, gli alpinisti Marco Camandona e François Cazzanelli, l’astronauta Maurizio Cheli, le ricercatrici Cristina Cattaneo, Elisa Cozzarini e Marirosa Iannelli, gli architetti Alessandro Scandurra ed Elisabetta Bianchessi, il fotografo Ignacio M. Coccia, i giornalisti Matteo Tacconi, Enrico Martinet ed Emanuele Bompan. A corollario degli appuntamenti letterari ci saranno mostre di fotografie e di opere artistiche, spettacoli teatrali e reading, animazioni per bambini, incontri di giovani lettori con scrittori, quali Cristiano Cavina e Marco Magnone, passeggiate alla scoperta della città e gite in battello. Il programma sarà suddiviso nei suggestivi luoghi del festival, dal CEM Teatro Il Maggiore, affacciato sul Golfo Borromeo, alla Biblioteca Civica, a Palazzo Flaim, a Villa Giulia. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Mattia 15 anni e un sogno Diventare arbitro di calcio

di Mimmo Ferretti