Mostra del cinema di Venezia, «La Regina di Cuori» di Thomas Turolo sarà presentato il 2 settembre

Mostra del cinema di Venezia, «La Regina di Cuori» di Thomas Turolo sarà presentato il 2 settembre
4 Minuti di Lettura
Mercoledì 25 Agosto 2021, 16:52 - Ultimo aggiornamento: 2 Settembre, 11:29

Sarà presentato in un evento speciale della 78esima Mostra d'Arte Cinematografica di Venezia in conferenza stampa il prossimo 2 settembre «La Regina di Cuori», il progetto transmediale vincitore della terza edizione del contest «La Realtà che 'non' Esiste», scritto e diretto da Thomas Turolo.

Il progetto, prodotto da Manuela Cacciamani per One More Pictures e Gennaro Coppola per Direct2Brain con Rai Cinema, è altamente innovativo ed è costituito da quattro contenuti differenti: una versione lineare, diretta da Thomas Turolo, una versione in Vr360, diretta da Diego Capitani, un social movie, diretto da Emalloru - Emanuele Malloru, e un video mapping narrativo, realizzato da Direct2Brain e che sarà presentato il 19 settembre al Palazzo dei Congressi a Roma.

Luca Manfredi: «Mio padre Nino dimenticato dal suo borgo»

«La Regina di Cuori» avrà al centro le interpretazioni delle attrici Beatrice Vendramin, Maria Sole Pollio e di Cristiano Caccamo. Con la partecipazione straordinaria di Giuseppe Battiston, è un cortometraggio incentrato su un tema tristemente attuale tra i giovanissimi; quello delle challenge on line.

Il cantante Aka7even ha composto la cononna sonora

La colonna sonora è di Aka7even con i brani «Mi manchi» e «Black». Sponsor del progetto Il campione del mondo dell’82, Antonio Cabrini. Continua la collaborazione con Raiplay che manderà in diretta streaming il corto vincitore del contest, come già avvenuto precedentemente, a supporto di un progetto innovativo che vede presente la piattaforma del servizio pubblico.

La trama

Alice ha 18 anni ed ha paura di addormentarsi. Ogni notte rivive lo stesso incubo, fatto di corse senza fine, di terribili sfide in cui affronta un'inquietante Regina di Cuori. L'arte, gli amici, il suo ragazzo sembrano non poterla aiutare a superare un incubo profondamente legato al suo passato. Quando le ferite diventano cicatrici? Le cicatrici possono scomparire?

Il contest «La Realtà che “non” Esiste», segue un filo conduttore che attraverso le varie edizioni indaga il mondo giovanile affrontandone problematiche e temi attinenti. Per questa edizione la nuova sfida lanciata agli sceneggiatori del futuro, è stata quella di raccontare il controverso mondo del digitale partendo dai rischi e dalle minacce nascoste in rete per arrivare alle sue potenziali risorse e opportunità.

Il contest la «Realtà che “non” Esiste»

«La realtà che “non” Esiste» è il contest, ideato da One More Pictures e Rai Cinema, che vuole unire il racconto di una tematica sociale alle nuove forme di storytelling trasformando una storia forte in un progetto transmediale capace di promuovere la realtà virtuale ed i nuovi linguaggi dell’audiovisivo. Un modo per offrire un’opportunità ad un giovane filmaker di vedere sviluppata la sua sceneggiatura in un articolato progetto produttivo che comprenderà un cortometraggio lineare, un cortometraggio in virtual reality ed altri formati. Un vero laboratorio di innovazione completamente a supporto del progetto selezionato che prende vita attraverso canali differenti, ognuno con la sua valenza narrativa, convogliando il pubblico in un unico grande racconto multipiattaforma.

Un progetto fortemente innovativo, circolare e integrato in cui One More Pictures con Rai Cinema insieme agli autori hanno lavorato a stretto contatto in tutte le fasi del processo produttivo fino al lancio coordinato multipiattaforma. I partner del progetto e la giuria Nell’ambito del contest e del progetto produttivo e di successivo lancio sono state coinvolte istituzioni ed aziende prestigiose che, in diverso modo, hanno dato il proprio supporto e contributo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA