L'Academy celebra il cinema italiano: Carlo Verdone, Matteo Garrone e Toni Servillo voteranno per l'Oscar

Martedì 8 Ottobre 2019 di Paolo Travisi
L'Academy celebra il cinema italiano: Carlo Verdone, Matteo Garrone e Toni Servillo voteranno per l'Oscar

Sono tornati i tempi d’oro della Hollywood sul Tevere. I big dell’Academy of Motion Picture, Arts and Sciences, Dawn Hudson l'amministratore delegato, ed il Presidente David Rubin, sono venuti a Roma per rendere omaggio ai membri italiani, scelti per votare i futuri premi Oscar 2020. Carlo Verdone, Toni Servillo, Giancarlo Giannini e Matteo Garrone, fanno parte dunque, delle 842 personalità cinematografiche selezionate dall’Academy - l’organizzazione americana che ha inventato il Premio Oscar - per giudicare quali saranno i prossimi film, meritevoli della celebre statuetta.

Alcuni dei nuovi membri, insieme a tanti volti del nostro cinema e registi, insieme Roberto Cicutto, Presidente e AD di Istituto Luce Cinecittà hanno partecipato alla serata hollywoodiana organizzata a Palazzo Barberini, dove per l’occasione il red carpet, è diventato un Golden carpet, un tappeto color oro. Ogni anno l’Academy seleziona i talenti migliori del cinema mondiale, per ampliare la platea di professionisti che potranno giudicare i film in corsa per l’Oscar. Una platea, composta non solo da attori e registi però, perché rientrano nella giuria tutte le professionalità del cinema, montatori, sceneggiatori, produttori, scenografi. Ed infatti per l'Italia ci saranno anche il montatore Marco Spoletini, la sceneggiatrice Sara Colangelo, la scenografa Tamara Martini, l’autore di effetti speciali Francesco Grisi e le produttrici Francesca Cima e Donatella Palermo, solo per citarne alcuni. 

Nel lungo elenco degli artisti scelti dall'Academy per il 2019, spiccano altri nomi molto noti al grande pubblico per le loro qualità artistiche, tra cui Lady Gaga, Tom Holland, Claire Foy, Alexander Skarsgard, Jean-Louis Trintignant e Adele. Secondo un recente articolo di Variety, giornale che è un punto di riferimento per il mondo del cinema, degli 842 nuovi invitati, la metà sono donne ed il 29% sono persone di colore, raggiungendo il 16% sul totale dei votanti Academy, che secondo Variety è composto da  8.946 membri complessivi.

Tornando invece agli attori e registi italiani scelti quest'anno, possiamo aggiungere che Carlo Verdone, è stato scelto nella categoria attore, e non regista, per cui vengono citate due sue interpretazioni, in Manuale d’Amore e Borotalco, invece per Giancarlo Giannini, attore che vanta molte collaborazioni a livello internazionale, sono citati Quantum of Solace e Pasqualino Settebellezze di Lina Wertmüller (che tra l'altro a fine ottobre riceverà l'Oscar alla carriera). Toni Servillo, che agli Oscar partecipò con La grande bellezza, che vinse come miglior film straniero, viene menzionato per il film di Sorrentino e per il noir La Ragazza del Lago. Infine Matteo Garrone, inserito nella categoria regista per Dogman e Il racconto dei racconti.

La presenza dell'Academy a Roma è stata anche l'occasione per annunciare la futura collaborazione con l’Istituto Luce – Cinecittà, che a partire dal 2020, porterà all’Academy Museum, di prossimo apertura a Los Angeles e progettato da Renzo Pianomostre, proiezioni ed attività dedicate al cinema italiano. Il primo contributo del nostro paeseo, sarà in occasione del centenario della nascita di Federico Fellini, a cui sarà dedicata un'articolata retrospettiva dedicata ai suoi capolavori.  “Federico Fellini è stato il mio primo amore nel cinema internazionale, le sue opera definiscono l’arte del cinema. E nel corso degli anni, presenteremo molti altri grandi film e grandi registi italiani", ha detto il CEO dell’Academy Dawn Hudson. 

 

Ultimo aggiornamento: 22:11 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

La doppia vita dei prof? Basta andare sui social

di Raffaella Troili

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma