Due gay passeggiano per Mosca tenendosi per mano: le reazioni choc dei passanti

Due gay passeggiano per Mosca tenendosi per mano: le reazioni choc dei passanti
di Federica Macagnone
2 Minuti di Lettura
Martedì 14 Luglio 2015, 15:14 - Ultimo aggiornamento: 15 Luglio, 22:26

Mosca. La Russia omofobica di Putin. Due ragazzi passeggiano tenendosi per mano tra le vie più famose della Capitale. Un'immagine troppo scabrosa, inaccettabile: vengono guardati con disprezzo e circospezione, insultati ripetutamente, minacciati e infine c'è chi si sente in diritto di rompere quell'unione mettendo loro le mani addosso.

Si tratta di un esperimento sociale per vedere il grado di accettazione della popolazione verso le persone omosessuali e come gli abitanti avrebbero reagito alla vista di una coppia gay che si tiene per mano. A seguire la passeggiata dei due ragazzi la ChebuRussiaTv che ha filmato le reazione dei passanti: con una telecamera nascosta nello zaino di un amico che precede i loro passi, i due hanno sfidato i pregiudizi per le strade intorno al Cremlino e alla Piazza Rossa, confermando le difficoltà che una coppia gay deve affrontare a Mosca. Alcuni passanti li guardano con disprezzo, altri si lasciano andare a frasi di scherno, mentre c'è chi li insulta pesantemente.

«Lasciate la Russia» urla un uomo. «Siete in troppi oggigiorno» continua un altro. «Che problemi avete? Andatevene» dice loro un uomo che volutamente dà una spallata a uno dei due ragazzi. La scena peggiore è stata montata alla fine del filmato: i due devono affrontare un uomo che si lancia contro le loro mani unite e li spinge contro un muro. Il video dell'esperimento è stato caricato su Youtube e sta facendo il giro del mondo.

In Russia l'omosessualità è stata depenalizzata 20 anni fa ma, secondo molte organizzazioni per i diritti umani, i crimini contro i gay sono in aumento. A maggio il sindaco di Mosca Sergey Sobyanin aveva negato il permesso all'organizzazione del Gay Pride nella capitale russa, minacciando duri provvedimenti per chi non avesse rispettato il divieto.

Nel 2013 Putin introdusse una legge che vietava la propaganda omosessuale e l'esposizione di simboli di ogni genere che promuovono valori “non tradizionali”. Pochi giorni fa il partito Russia Unita ha presentato una bandiera che celebra l'orgoglio etero e la famiglia russa. Il drappo raffigura due genitori - una donna e un uomo - mano nella mano con tre figli ed è stato presentato durante una riunione del partito nel parco Sokolniki di Mosca nel "Giorno della famiglia, dell'amore e della fedeltà", una celebrazione a livello nazionale che si tiene ogni anno l'8 luglio.