Regala la Xbox al figlioletto, lui spende 3.000 sterline in videogiochi con la carta di credito

Martedì 17 Settembre 2019
Regala la Xbox al figlioletto, lui spende 3.000 sterline in videogiochi con la carta di credito

Pensava di ricevere un normale estratto conto e invece, per Martine Berriedale-Johnson, la sorpresa è stata amara. Un buco da 3mila e 120 sterline, troppo per una madre single con due figli a carico da mantenere. Eppure, la colpa era proprio di uno di loro. Era stato Leon, 8 anni, il più grande dei due, a dilapidare i risparmi di mamma in tre settimane, acquistando videogiochi, trucchi e extra online per la sua Xbox assieme agli amici. 

LEGGI ANCHE La dipendenza da videogame, nuova malattia dell'era digitale
 


«Avevo inserito i dettagli della mia carta una volta per permettergli di comprare un potenziamento di un gioco per 4.99 sterline. Doveva essere un regalo», ha detto Martine, «Non avevo idea che il sistema avesse salvato i miei dati e che Leon avrebbe continuato a fare acquisti online». La madre, che ha 40 anni e vive con entrambi i figli a Brighton, in Inghilterra, è solita cercare di risparmiare il più possibile in frivolezze e regali per potersi permettere di mantenere Leon e Eddie, 4 anni. Basti pensare che l'estratto conto mensile della sua carta di credito solitamente si attesta a quota 30 sterline, cento volte meno quanto pagato da Leon per i suoi giochi. In un'unica giornata, ad agosto, il bambino ha speso oltre 900 sterline per 19 acquisti. 

LEGGI ANCHE Gioca alle slot la metà dei soldi raccolti per il figlio malato di cancro: il piccolo muore

«Sono una mamma single e già faccio fatica a mettere del cibo in tavola, ma sono sempre molto attenta con le mie finanze. Non ho idea di come farò a pagare tutti questi soldi», ha detto la madre. Anche se il piccolo Martine sembra aver realizzato la gravità dei suoi comportamenti, la punizione sarà comunque esemplare: «Ho dovuto dire ai bambini che quest'anno non ci sarà nessun Natale. Non posso permettermi di comprargli alcun gioco».

LEGGI ANCHE Schiavi di Internet, famiglia si è rinchiusa in casa dal 2017: la scoperta grazie alla figlia di 9 anni

In realtà il Natale per la famiglia potrebbe essere salvo. Una speranza si è accesa quando un portavoce della Microsoft ha detto al MailOnline che avrebbe rimborsato tutti gli acquisti alla madre. Ma solo per questa volta.«Esistono impostazioni e trucchi che permettono ai genitori di impedire ai loro figli di fare acquisti online», ha detto l'uomo, «Tuttavia, possiamo esaminare singoli casi e decidere se concedere o meno un rimborso una tantum. Per questa volta sarà fatto».

 

Ultimo aggiornamento: 19:51 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Noi, viaggiatori compulsivi con destinazione “ovunque

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma