Luna, partita la missione cinese verso la faccia nascosta: a bordo anche semi di patata

Venerdì 7 Dicembre 2018 di Enzo Vitale
I lander della Cina sbarcati sulla Luna nel dicembre del 2013 con la missione Chang’e 3: il lander e il rover Yutu, credits Chinese Academy of Sciences
Semi di patata, una piantina di cavolo e uova di baco da seta. A bordo della Chang'e 4 ci sarà anche questo speciale pacco di tre chili. La missione cinese è partita con qualche minuto di anticipo, alle 19 e 23 ora italiana con un obiettivo davvero insolito e, fino ad ora, mai conquistato: il lato nascosto della Luna.
In poco più di 27 giorni la navetta raggiungerà un'area del Polo Sud chiamata Spa (South Pole Aitken) e più precisamente si poserà all'interno del cratere Von Karman.
Protagonisti del singolare viaggio un pesante lander (quasi 4 tonnellate) e un piccolo rover di 150 chili. Una volta sul suolo lunare, tra i tanti esperimenti, la macchina cinese proverà ache a verificare se esiste la possibilità di far crescere i semi sulla superficie selenica. Un esperimento messo a punto da ben da 28 università cinesi, guidate dall'università Chongqing della Cina sud-occidentale. La partenza sarà resa possibile grazie al lanciatore lIng March 3B.


(Il lato nascosto della Luna molto diverso da quello che volge verso la Terra)

IL LATO NASCOSTO, PERCHE' NON SI VEDE?
Dalla Terra osserviamo sempre lo stesso scenario del nostro satellite, la spiegazione è molto semplice. La Luna, infatti, rivolge sempre la stessa parte perchè ruota su se stessa nello stesso intervallo di tempo in cui compie un giro intorno alla Terra. Più semplicemente il suo periodo di rotazione su se stessa equivale al suo periodo di rivoluzione intorno a nostro pianeta.

A BORDO TECNOLOGIA EUROPEA
Germania , Olanda e Svezia. Sono questi i tre Paesi europei che collaborano alla missione cinese. Ognuno di essi ha uno strumento dedicato a particolari esperimenti sulla superficie lunare. Essendo uno dei posti più schermati dai rumori" provenienti dalla Terra, il lato oscuro della Luna rappresenta un ottimo avamposto nella ricerca radioastronomica.


(Le comunicazioni saranno possibili grazie a Queqiao, un satellite lanciato a maggio)

SBARCO STORICO
Fino ad ora nessuno aveva mai tentato un allunaggio in questa particolare area della Luna. Dopo aver rincorso la tecnologia russa e americana, la Cina è la prima nazione al mondo a realizzare un'impresa del genere. Cinque anni fa, nel 2013, un'altra missione cinese (Chang'e 3) era riuscita a sbarcare dopo un'impresa effettuata dai russi nel lontano 1976. A stabilire i contatti con Chang'e 4 ci penserà Queqiao, un satellite lanciato lo scorso maggio che servirà a stabilire le comunicazioni con la missione. Giorno previsto dell'allunaggio il 3 gennaio 2019. Qui la DIRETTA del lancio.

enzo.vitale@ilmessaggero.it Ultimo aggiornamento: 21:57 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

"La signora che non può mangiare la ricotta perché..."

di Pietro Piovani