CORONAVIRUS

Vaccino dell'Hiv, un'altra delusione: fallisce la sperimentazione in Sud Africa

Martedì 4 Febbraio 2020

La speranza di avere un vaccino per l'Hiv si allontana. La sperimentazione di un nuovo farmaco chiamato HVTN 702, che era stata avviata su 5 mila persone in Sud Africa, è stata interrotta perché si è rivelata inefficace nel prevenire la malattia. Gli esperti hanno confessato la loro «profonda delusione», ma hanno aggiunto che la ricerca di un vaccino che prevenga davvero la diffusione dell'Aids non si fermerà. Così, mentre tutto il mondo si aspetta al più presto un vaccino per il coronavirus di Wuhan, i ricercatori di tutto il mondo ancora non riescono a fornire uno strumento per fermare un virus che imperversa sul pianeta ormai da più di trenta anni. 

Sono stati i numeri a decretare il fallimento del test. Tra i 2.500 uomini e le donne che avevano ricevuto davvero il vaccino, 129 sono stati poi ugualmente infettati dall'Hiv, mentre tra gli altri 2.500 a cui era stato somministrato un placebo i casi di contagio sono stati 123. C'erano grandi aspettative per questo prodotto, che in una prima fase della sperimentazione sembrava promettere grandi risultati, tanto da giustificare l'investimento di una somma ingente (104 milioni di dollari), il finanziamento che ha permesso di condurre le operazioni per testarne l'efficacia in Sud Africa.

Per i 5 mila sudafricani coinvolti non c'erano comunque pericoli particolari nella sperimentazione:  il preparato che è stato somministrato non conteneva l'Hiv, dunque non si correva alcun rischio di contrarre il virus (di solito i vaccini contengono una piccola quantità di agente infettivo, ma l'HVTN 702 ha un altro tipo di composizione). L'unico rischio stava nella possibilità di non essere realmente coperto dall'infezione, come purtroppo i risultati finali hanno confermato.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA