DIETA

Obesità, lei desidera più di lui di dimagrire ma riprende più facilmente i chili: ecco perché ​

Sabato 5 Settembre 2020 di Carla Massi

Obesità, grandi differenze tra lui e lei. Finalmente iniziano ad essere pubblicate le ricerche che analizzano come la stessa malattia si esprime in modi diversi nei due sessi. Solo un pericoloso eccesso di peso li unisce. Per il resto, è profonda la diversità tra i due generi. Le donne  sono più propense a tentare di dimagrire (con il cibo, i farmaci o la chirurgia bariatrica) anche se tre su quattro tendono ad ingrassare di nuovo dopo la dieta. Gli uomini, invece, per i motivi più vari riescono meglio a mantenere il peso una volta che si sono sottoposti ad un regime alimentare.

È quanto emerge dai nuovi dati dello studio internazionale Action Io (Awareness, Care, and Treatment In Obesity MaNagement - an International Observation), presentato da Novo Nordisk all'European and International Congress on Obesity 2020. L'obiettivo dello studio, che ha coinvolto 11 paesi, oltre 14.500 persone con obesità e quasi 2.800 operatori sanitari, è quello di identificare le percezioni, i comportamenti e gli ostacoli per la cura dell'obesità e capire in che modo questi fattori ne influenzino la gestione.

Ricordiamo che il problema (diffuso) del grave sovrappeso e obesità riguarda venticinque milioni di italiani. Tra questi, il 46% degli adulti e il 24% degli adulti. Le donne hanno un tasso di obesità pari al 9,4% mentre gli uomini dell'11,8. E proprio loro, a differenza delle femmine, fanno fatica a dichiararsi fuori peso e tendono a non cercare l'aiuto di cui avrebbero bisogno.

«Esistono differenze significative tra i due sessi - ricordano i ricercatori - per quanto riguarda il modo e le motivazioni con cui si affrontano il peso e la gestione dell'obesità. Importante è adattare i bisogni e i trattamenti per la migliore cura della malattia»​.In particolare, tra le persone con obesità, i maschi hanno maggiori probabilità di segnalare probabilità di segnalare complicanze cardiache mentre le femmine hanno il doppio delle probabilità di segnalare ansia o depressione. Lei è più propensa a impegnarsi in diversi diversi tentativi per perdere peso (4,6 di media rispetto a 3,1) e a sottoporsi al trattamento farmacologico o a quello chirurgico, anche se il 75 per cento riacquista peso dopo 6 mesi, rispetto ad oltre la metà degli uomini.

 

Ultimo aggiornamento: 18:03 © RIPRODUZIONE RISERVATA