Vaccino, alle Regioni numero target di somministrazioni: obiettivo 500mila al giorno

Vaccino, assegnato a Regioni numero target di somministrazioni: obiettivo 500mila al giorno
3 Minuti di Lettura
Martedì 20 Aprile 2021, 12:29 - Ultimo aggiornamento: 15:07

L'attuale Piano vaccinale anti Covid assegnerà a ciascuna Regione o Provincia Autonoma «un target giornaliero di somministrazioni da rispettare nell'arco di una settimana». È quanto si apprende in una nota della Commissione per l'emergenza epidemiologica da Covid-19. I numeri degli obiettivi, già fissati per la setimana dal 16 al 22 aprile a 315.718 inoculazioni al giorno e 2.210.026 settimanali, verranno confermati ai referenti regionali dieci giorni prima dell’inizio della settimana. «Il rispetto da parte delle Regioni dei target giornalieri è essenziale per l'avvicinamento progressivo all'obiettivo delle 500 mila somministrazioni al giorno indicato nel piano vaccinale, di previsto raggiungimento nell'ultima settimana di aprile, senza che si verifichino soluzioni di continuità nell'attività di somministrazione» continua la nota.

 

Johnson & Johnson, con ok Ema-Aifa via alle consegne del vaccino già da domani

Obiettivo dal 16 al 22 aperile

Il target di somministrazioni di vaccini assegnato dal Commissario per l'Emergenza Covid a livello nazionale è di 315.718 inoculazioni al giorno e 2.210.026 nella settimana dal 16 al 22 aprile. Riguardo a ciascuna Regione si fissa per l'Abruzzo il raggiungimento 7.050 inoculazioni al giorno e 49.350 alla settimana, Basilicata 3.100 e 21.700, Calabria 9.644 e 67.510, Campania 29.500 e 206.500, Emilia-Romagna 22.000 e 154.000, Friuli-Venezia Giulia 6.140 e 42.981, Lazio 30.000 e 210.000, Liguria 7.815 e, 54.703, Lombardia 51.000 e 357.000, Marche 9.500 e 66.500, Molise 2.000 e 14.000, Provincia Autonoma di Bolzano 3.000 e 21.000, Provincia Autonoma di Trento 3.100 e 21.700, Piemonte 24.000 e 168.000, Puglia 20.777 e 145.440, Sardegna 11.000 e 77.000, Sicilia 25.429 e 178.002, Toscana 20.000 e 140.000, Umbria 4.800 e 33.600, Valle d'Aosta 620 e 4.342, Veneto 25.243 e 176.699.

 

Greta Thunberg dona 100mila euro al progetto vaccini per i Paesi poveri

Il target, a quanto si apprende, è calibrato sulla distribuzione effettiva di dosi, che dalla scorsa settimana è assegnata alle varie regioni in base al numero della popolazione e dunque alla disponibilità reale dei vaccini. «Il computo generale delle dosi ad oggi attribuite alle varie Regioni e Province Autonome dall'inizio della campagna vaccinale potrà essere ricondotto al nuovo principio adottato, attraverso un piano di recupero graduale», si legge nella nota.

© RIPRODUZIONE RISERVATA