Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Covid, Gran Bretagna verso il ritorno alla normalità: si muore di più per gli incidenti stradali che per il virus

Covid, Gran Bretagna verso il ritorno alla normalità: si muore di più per gli incidenti stradali che per il virus
di Giuseppe Scarpa
3 Minuti di Lettura
Martedì 20 Aprile 2021, 09:40

Le morti quotidiane di Covid-19 sono scese al di sotto di quelle causate dagli incidenti stradali. La notizia arriva dall'Inghilterra. Il Regno Unito ha registrato 4 morti per Covid-19 negli ultimi 28 giorni, il dato più basso dal 7 settembre. In confronto la Gran Bretagna registra 5 morti per incidenti stradali al giorno, come comunica il dipartimento dei trasporti. 

Covid, India al collasso: poche vaccinazioni e boom di casi dopo i bagni nel Gange. In una settimana 1,6 milioni di contagi

Il risultato si è ottenuto grazie a un'efficace campagna di vaccinazione. Più di 10 milioni di persone - di cui tre quarti degli over 75 - hanno assunto entrambe le dosi, in un traguardo che il primo ministro Boris Johnson ha definito “notevole”. Il premier inglese ha detto che il traguardo raggiunto dai vaccini è stato "fantastico". "Questa è un'altra importante pietra miliare nel nostro programma di vaccinazione, che ha già salvato migliaia di vite", ha aggiunto. Le cifre mostrano che in tutto il Regno Unito, quasi 33 milioni di persone hanno ricevuto la prima dose, mentre più di 10 milioni hanno avuto la seconda. Un adulto su cinque ha assunto due dosi, di cui tre su quattro di età pari o superiore a 75 anni e quattro su cinque di quelli di età pari o superiore a 80 anni.

Vaccini, Gran Bretagna oltre quota 42 milioni: oggi 2.206 casi (su 988.311 test) e 35 i morti. Nel mondo oltre tre milioni di vittime

Tuttavia vi è la crescente preoccupazione per la minaccia derivante da nuove varianti. L'India sarà inserita nella "lista rossa" di viaggio visti gli aumenti dei casi. Perciò, in virtù di questo nuovo scenario, il segretario alla sanità Matt Hancock ha confermato i piani per inoculare una terza dose in autunno. Hancock ha spiegato che il governo sta sovvenzionando i progetti di studio e ricerca al fine di garantire che i vaccini Covid-19 «stiano al passo con il virus». Il ministro della Sanità ha dichiarato che «questo virus non è stato sconfitto».

I casi, i ricoveri e i decessi sono tornati ai livelli visti a settembre. «Adesso ci sono 2.186 persone in ospedale con Covid in tutto il Regno Unito, in calo del 94% rispetto al picco. E il numero medio di morti giornaliere è 25, in calo del 98%». Simon Stevens, al vertice del sistema sanitario inglese, ha spiegato che «il successo del programma di vaccinazione del sistema sanitario della Gran Bretagna non è un incidente felice. Dipende da un'attenta pianificazione unita al duro lavoro e alla determinazione di medici, infermieri e innumerevoli altri membri del personale abilmente assistiti dai volontari».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA