BOLLETTINO

Covid Italia, bollettino oggi 28 settembre: 1.494 nuovi casi e 16 morti. Pochi tamponi. Campania, Lazio e Veneto in testa

Lunedì 28 Settembre 2020
Covid Italia, bollettino oggi 28 settembre: 1.494 nuovi casi e 16 morti. Pochi tamponi. Campania, Lazio e Veneto in testa

La situazione Covid in Italia in base al bollettino di oggi 28 settembre 2020. I nuovi contagi registrati nelle ultime 24 ore sono 1.494 (il totale dei contagiati, compresi vittime e guariti, sale quindi a 311.364) mentre i morti sono 16 (35.851 da inizio pandemia). I nuovi casi sono 272 meno di ieri ma con soli 51mila tamponi, oltre 36mila in meno rispetto a sabato. Tra le regioni, quella con il maggior numero di nuovi casi è la Campania (+295) seguita dal Lazio (+211) e dal Veneto (+183). Nessuna regione fa registrare zero casi.

CLICCA QUI per scaricare il bollettino in Pdf


 

Covid Italia, attualmente positivi sopra quota 50 mila

Gli attualmente positivi al Covid 19 in italia tornano a superare la soglia dei 50mila, un numero che non si registrava dal 27 maggio quando furono 50.966: dai dati del ministero della Salute emerge infatti che sono 50.323 i malati attuali, 705 in più rispetto a ieri. Salgono ancora i ricoveri sia nelle terapie intensive - ad oggi ci sono 254 pazienti, 10 in più di ieri - e quelli nei reparti ordinari, con un incremento di 131 nelle ultime 24 che porta il totale dei ricoverati a 2.846. In isolamento domiciliare ci sono invece 47.082 persone, 564 in più in un giorno. Infine, il totale dei dimessi e guariti sale a 225.190, 773 più di ieri.

Campania, 295

Boom di casi in Campania che registra 295 nuovi positivi in 24 ore. Si tratta del dato più alto di oggi tra le regioni. 

Lazio, 211

Nel Lazio superata nuovamente quota 200 contagi in un giono. Su circa 8mila tamponi effettuati nelle ultime 24 ore nella Regione si registrano 211 nuovi casi (ieri erano stati 181) e tre i decessi. Dei nuovi positivi 73 sono a Roma.
 

Covid Lazio, bollettino oggi 28 settembre: 211 nuovi casi (73 a Roma) e tre morti. Focolaio in una casa di riposo

Coronavirus. Nel Lazio superata nuovamente quota 200 contagi in un giono. Su circa 8mila tamponi effettuati nelle ultime 24 ore nella Regione si registrano 211 nuovi casi (ieri erano stati 181) e tre i decessi. Dei nuovi positivi 73 sono a Roma.

Veneto, 183

Sono 183 i nuovi positivi al coronavirus in Veneto nelle ultime 24 ore. Lo ha comunicato il presidente della Regione, Luca Zaia nel corso del punto stampa  Sono 27.156 i casi totali dall'inizio dell'emergenza ad oggi. Si riduce invece di 340 il numero delle persone in isolamento domiciliare (ad oggi scese a 8.611). Di questi il 42% è positivo e dei positivi solo 40 persone sono sintomatici.
 

Lombardia, 119 casi e 2 morti

Con 7.933 tamponi effettuati, sono 119 i nuovi casi positivi in Lombardia, con il rapporto tamponi/contagiati all'1.5%. Sono due i decessi, per un totale di 16.948 morti in regione dall'inizio della pandemia. Sono stabili i ricoveri in terapia intensiva: (31), aumentano quelli negli altri reparti (+4, 306, +4). Tra i nuovi casi, 65 sono nella provincia di Milano, di cui 36 a Milano città, 14 in quella di Brescia e 12 in Monza e Brianza.
 

Sicilia, 102

Centodue nuovi casi di Coronavirus nelle ultime 24 ore in Sicilia, dove il numero dei positivi sale a 2.743, 17 guariti (3.733 dall'inizio dell'emergenza) e una vittima (309 in totale). È quanto emerge dal bollettino quotidiano del ministero della Salute e dell'Istituto superiore di sanità. Dei 2.743 attuali positivi solo 294 sono ricoverati in ospedale e 15 si trovano in terapia intensiva, mentre 2.434 sono in isolamento domiciliare. I tamponi eseguiti sono stati 2.414. Questa la distribuzione su base provinciale dei nuovi positivi: 62 a Palermo, 12 a Catania, 11 a Ragusa e altrettanti a Caltanissetta, 5 a Trapani e uno a Messina.
 

 

Puglia, 90 casi e 2 morti

Sono in netta crescita i nuovi contagi di Covid-19 oggi in Puglia, soprattutto se si considera la diminuzione del numero di test: sono 90 su 1456 tamponi. Ieri erano stati 76 su 2683 test. Si registrano anche due decessi, entrambi in provincia di Foggia. Dei 90 casi, 52 sono in provincia di Bari, 2 in provincia di Brindisi, 22 nella provincia Bat, 9 in provincia di Foggia, 4 in provincia di Lecce, 1 provincia non nota. Il numero complessivo di decessi è arrivato a 592. Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 400.565 test. Sono 4.600 i pazienti guariti (+73 rispetto a ieri) e 2.419 i casi attualmente positivi (+15), dei quali 229 ricoverati (+7) e 2190 a domicilio (+8). Degli attuali positivi, lo 0,6% si trova ricoverato in terapia intensiva e l'8,8% negli altri reparti. Il totale dei casi positivi Covid in Puglia dall'inizio dell'emergenza è di 7.611, così suddivisi: 2.978 nella provincia di Bari; 658 nella provincia di Bat; 771 nella provincia di Brindisi; 1817 nella provincia di Foggia; 794 nella provincia di Lecce; 532 nella provincia di Taranto; 59 attribuiti a residenti fuori regione; 2 provincia di residenza non nota. I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l'acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti stretti. 
 

Toscana, 85

In Toscana sono 14.651 i casi di positività al Coronavirus, 85 in più rispetto a ieri (31 identificati in corso di tracciamento e 54 da attività di screening). I nuovi casi sono lo 0,6% in più rispetto al totale del giorno precedente. L'età media degli 85 casi odierni è di 39 anni circa (il 28% ha meno di 20 anni, il 19% tra 20 e 39 anni, il 34% tra 40 e 59 anni, il 18% tra 60 e 79 anni, l'1% ha 80 anni o più) e, per quanto riguarda gli stati clinici, il 72% è risultato asintomatico, il 19% pauci-sintomatico. Delle 85 positività odierne, un caso è riferibile a cittadino residente fuori regione la cui positività è stata notificata in Toscana.

Il 58% della casistica è un contatto collegato a un precedente caso. Nel report odierno si registrano anche 3 nuovi decessi, con un'età media di 83 anni. Relativamente alla provincia di notifica, le persone sono decedute una a Pistoia, una a Pisa e una ad Arezzo. In totale sono 1.160 i deceduti dall'inizio dell'epidemia. I guariti crescono dell'1% e raggiungono quota 10.098 (68,9% dei casi totali). I tamponi eseguiti hanno raggiunto quota 728.049, 4.396 in più rispetto a ieri. Gli attualmente positivi sono oggi 3.393, -0,4% rispetto a ieri. I ricoverati sono 115 (10 in più rispetto a ieri), di cui 22 in terapia intensiva (1 in meno). Complessivamente, 3.278 persone sono in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi. Sono 6.548 (277 in più rispetto a ieri, più 4,4%) le persone, anche loro isolate, in sorveglianza attiva, perché hanno avuto contatti con persone contagiate.
 

Emilia Romagna, 85

Dall'inizio dell'epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna sono stati registrati 35.113 casi di positività, 85 in più rispetto a ieri, di cui 36 asintomatici individuati nell'ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Prosegue l'attività di controllo e prevenzione: sul totale dei nuovi casi, 37 erano già in isolamento al momento dell'esecuzione del tampone, 52 sono stati individuati nell'ambito di focolai già noti. Sono 14 i nuovi contagi collegati a rientri dall'estero, per i quali la Regione ha previsto due tamponi naso-faringei durante l'isolamento fiduciario se in arrivo da Paesi extra Schengen e un tampone se di rientro da Grecia, Spagna, Croazia, Malta e regioni della Francia. Il numero di casi di rientro da altre regioni è 2. L'età media dei nuovi positivi di oggi è 37,6 anni. Sui 36 asintomatici, 23 sono stati individuati grazie all'attività di contact tracing, 9 attraverso i test per categorie a rischio introdotti dalla Regione, 4 con gli screening pre-ricovero. Non si registra nessun nuovo decesso. Per quanto riguarda la situazione nel territorio, il maggior numero di casi si registra nelle province di Bologna (20), Parma (15), Ravenna (13) e a Forlì (13).
 

 

 

Sardegna, 37 casi e un morto

Salgono 3.767 i casi di positività al Covid-19 complessivamente accertati in Sardegna dall'inizio dell'emergenza: nell'ultimo aggiornamento dell'Unità di crisi regionale si registrano 37 nuovi casi (contro i 139 di ieri), 31 rilevati attraverso attività di screening e sei da sospetto diagnostico. E c'è una nuova vittima, una donna di 86 anni che era ricoverata all'ospedale di Sassari. Il numero dei decessi sale a 150. In totale sono stati eseguiti 185.834 tamponi, con un incremento di 1.335 test rispetto all'ultimo aggiornamento. Sono 109 i pazienti attualmente ricoverati in ospedale in reparti non intensivi (-1 rispetto al dato di ieri), mentre sono 17 i pazienti (-1) in terapia intensiva. Le persone in isolamento domiciliare sono 1.843. Il dato progressivo dei casi positivi comprende 1.640 (+30) pazienti guariti, più altri 8 guariti clinicamente. Sul territorio, dei 3.767 casi positivi complessivamente accertati, 585 (+4) sono stati rilevati nella Città Metropolitana di Cagliari, 385 (+1) nel Sud Sardegna, 301 a Oristano, 471 (+17) a Nuoro, 2.025 (+15) a Sassari
 

Basilicata, 54 nel weekend

In Basilicata il bilancio del fine settimana è il peggiore dall'inizio dell'epidemia, con 54 nuovi casi positivi al coronavirus su 705 tamponi processati. In particolare - come già reso noto ieri dalla Regione - in una Rsa di Marsicovetere (Potenza) sono stati scoperti 28 contagi, 20 tra gli ospiti e otto tra il personale, mentre un'anziana è morta nell'ospedale San Carlo del capoluogo lucano. Con questo aggiornamento la quota delle persone residenti in Basilicata positive al coronavirus è balzata da 155 dell'ultimo aggiornamento a 203. Sono inoltre 14 le persone ricoverate con il Covid-19 negli ospedali di Potenza e Matera. Dall'inizio dell'emergenza sanitaria, in Basilicata 29 persone sono morte per il covid-19 e 403 sono guarite. Sono stati analizzati 71.212 tamponi e 70.450 sono risultati negativi.
 

 

Umbria, 11

Altri cinque ricoverati Covid in Umbria nell'ultimo giorno, 41 complessivamente, tre dei quali (stabili) in terapia intensiva: emerge dai dati pubblicati sul sito della Regione. Registrati 11 nuovi casi nelle ultime 24 ore, 2.385 totali, e quattro guariti, 1.787, mentre rimangono stabili le vittime, 85. Passano così da 506 a 513 gli attualmente positivi. Nelle ultime 24 ore sono stati analizzati 601 tamponi, 200.751 dall'inizio della pandemia.
 

Marche, 5

Nelle ultime 24 ore sono stati testati nella Regione Marche 382 tamponi: 217 nel percorso nuove diagnosi e 165 nel percorso guariti. I positivi sono 5 nel percorso nuove diagnosi: 3 in provincia di Macerata, 1 in provincia di Ancona e 1 in provincia di Ascoli Piceno. Questi casi comprendono 2 rientri dall'estero (Albania e Ucraina), 2 sintomatici e un caso in ambito domestico.
 

Abruzzo, 4

Quattro nuovi casi di coronavirus in Abruzzo emersi con i test delle ultime ore, ma sono solo 189 i tamponi analizzati. Tre dei nuovi contagi fanno riferimento alla provincia di Pescara e uno a quella dell'Aquila. Si registra un decesso recente, una 86enne di Pescara: il bilancio delle vittime sale a 479. Gli attualmente positivi sono 857: 54 pazienti (+4 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in terapia non intensiva e quattro in terapia intensiva, mentre gli altri 799 sono in isolamento domiciliare. I guariti sono 3.048. Le quattro persone risultate positive nelle ultime ore hanno età compresa tra i 37 e gli 87 anni. I casi abruzzesi sono complessivamente 4.384: 625 sono residenti o domiciliati in provincia dell'Aquila, 1.037 in provincia di Chieti, 1.868 in provincia di Pescara, 814 in provincia di Teramo, 35 fuori regione e 5 per i quali sono in corso verifiche sulla provenienza.
 

Friuli, 2

Oggi in Friuli Venezia Giulia sono stati rilevati 2 nuovi contagi da coronavirus. Le persone attualmente positive al covid-19 in regione sono 726, una in più rispetto a ieri. Sei pazienti sono in cura in terapia intensiva, mentre 18 sono ricoverati in altri reparti. Non sono stati registrati nuovi decessi, il cui totale rimane a 351. Lo ha comunicato il vicegovernatore con delega alla Salute, Riccardo Riccardi. Dall'inizio dell'epidemia le persone risultate positive al virus in regione sono 4.610: 1.597 a Trieste, 1.538 a Udine, 1.033 a Pordenone e 424 a Gorizia, alle quali si aggiungono 18 persone da fuori regione. I totalmente guariti ammontano a 3.533, i clinicamente guariti sono 5 e le persone in isolamento 697. I deceduti sono 198 a Trieste, 77 a Udine, 69 a Pordenone e 7 a Gorizia.

Ultimo aggiornamento: 29 Settembre, 11:16 © RIPRODUZIONE RISERVATA