Covid Italia, bollettino 25 marzo 2021: 23.696 nuovi casi e 460 morti. Tasso di positività sale al 6,8%

Covid Italia, il bollettino di oggi: 23.696 nuovi casi e 460 morti
9 Minuti di Lettura
Giovedì 25 Marzo 2021, 17:47 - Ultimo aggiornamento: 20:59

Covid Italia, il bollettino di oggi 25 marzo 2021. Sono 23.696 i positivi al test del coronavirus in Italia nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 21.267. Sono invece 460 le vittime in un giorno (lo stesso numero di ieriSono 349.472 i tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus. Ieri i test erano stati 363.767. Il tasso di positività è del 6,8% (ieri era al 5,8%), in aumento dell'1%.

Sono 3.620 i pazienti ricoverati in terapia intensiva per Covid in Italia, 32 più di ieri nel saldo giornaliero tra entrate e uscite, mentre gli ingressi giornalieri in rianimazione sono 260 , secondo i dati del ministero della Salute (ieri erano stati 300). Nei reparti ordinari sono invece ricoverate 28.424 persone, con un inedito calo di 14 unità nelle ultime 24 ore, dopo molti giorni di forte aumento.

I casi totali da inizio epidemia sono 3.464.543, i morti salgono invece a 106.799. Ci sono 562.856 attualmente positivi, in aumento di 1.548 rispetto a ieri. Dall'inizio della pandemia sono invece 2.794.888 i guariti e i dimessi, con un incremento nelle ultime 24 ore di 21.673 unità.

I dati delle Regioni

Campania

Sono 2.068 i nuovi casi di coronavirus emersi nelle ultime 24 ore in Campania dall'analisi di 20.766 tamponi molecolari. La percentuale di tamponi positivi sul totale dei tamponi processati è pari al 9,95%. Dei 2.068 nuovi positivi, 703 sono sintomatici. Ieri in Campania sono stati eseguiti anche 3.490 tamponi antigenici. Sono 62 i nuovi decessi inseriti nel bollettino odierno dell'Unità di crisi della Regione Campania, 34 dei quali avvenuti negli ultimi 2 giorni e 28 avvenuti in precedenza, ma registrati ieri. Sono 5.116 i morti in Campania da inizio pandemia. I nuovi guariti sono 2.815, con il totale dei guariti che sale a 223.924. In Campania sono 184 i pazienti Covid ricoverati in terapia intensiva (+5 rispetto a ieri), 1.576 quelli ricoverati in reparti di degenza (-11 rispetto al dato diffuso ieri).

Liguria

Sono 494 i nuovi positivi al coronavirus oggi in Liguria, a fronte di 4.694 tamponi molecolari effettuati nelle ultime 24 ore.Questo il dato diffuso dalla task-force ligure per l'emergenza coronavirus nel consueto bollettino giornaliero. In tutto sono 654 i pazienti ospedalizzati nelle strutture della Liguria, 6 meno di ieri, dei quali 65 sono ricoverati nei reparti di terapia intensiva.Ad oggi in isolamento domiciliare si trovano 5501 persone. È di 10 invece il numero dei deceduti registrati nelle ultime 24 ore. 

Calabria

Impennata di positivi nelle ultime 24 ore in Calabria. Sono 475 ( ieri erano 365), i nuovi casi registrati in Calabria con 3.360 tamponi fatti e 3.116 soggetti testati. Quattro i nuovi decessi che portano a 786 il totale dei decessi dall'inizio della pandemia. Aumentano i ricoveri nei reparti di cura, +5 (331) e quelli in terapia intensiva, +1 (34). Gli isolati a domicilio sono 337 in più (9.046) e i guariti 128 (34.627). I casi attivi sono 9.411 e quelli chiusi 35.413. Ad oggi, in Calabria, sono stati sottoposti a test 612.428 soggetti per un totale di 650.863 tamponi eseguiti. Le persone risultate positive al Coronavirus sono 44.824, quelle negative 567.604. Sono questi i dati giornalieri relativi all'epidemia da Covid-19 comunicati dal dipartimento Tutela della Salute. I casi confermati oggi sono così suddivisi: Cosenza 257, Catanzaro 90, Crotone 38, Vibo Valentia 33, Reggio Calabria 57. 

Molise

In Molise è in graduale diminuzione la curva dei contagi da Covid-19. Nelle ultime 24 ore si è registrato un decesso, 427 in totale dall'inizio dell'emergenza, 21 nuovi casi di positività, in calo rispetto a ieri (29), a fronte di 634 tamponi refertati, ieri 603, 77 guariti. È quanto emerge dal report diffuso in serata dall'Azienda sanitaria regionale (Asrem). Il totale degli attualmente positivi in regione è 1.073, 70 i ricoverati nel reparto di malattie infettive dell'ospedale 'Cardarellì di Campobasso, uno in più rispetto a ieri, 11 in terapia intensiva (invariato), 14 i ricoverati nell'Area grigia dell'ospedale 'San Timoteò di Termoli (-3), 3 quelli in terapia intensiva al Gemelli Molise di Campobasso (invariato), nessuno in sub intensiva (invariato), 2 in terapia intensiva al 'Neuromed' di Pozzilli (-1), 3 in sub intensiva (invariato). Gli asintomatici a domicilio sono 955, 3.716 il totale dei soggetti in isolamento, 5.245 le visite domiciliari attualmente effettuate dalle Unità speciali di continuità assistenziale (Usca).

Emilia Romagna

Risalgono sopra 2mila i casi giornalieri di coronavirus in Emilia- Romagna, mentre si contano per Covid-19 altri 58 morti - tra cui diversi sessantenni - e in terapia intensiva si supera ancora una volta la soglia di 400 ricoverati. È quanto emerge dal bollettino odierno della Regione. I nuovi positivi sono 2.070 su un totale di 34.925 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. Età media 44 anni. Nonostante il leggero calo di ricoveri negli altri reparti Covid (-54, per un totale di 3.557 persone ricoverate) in terapia intensiva rispetto a ieri ci sono altri cinque pazienti, per un totale di 402, nuovo picco-record regionale. La situazione dei contagi nelle province vede in testa Bologna (351 più 62 di Imola) e Modena (309); poi Ferrara (275), Rimini (259), Ravenna (203), Reggio Emilia (189), Forlì (143), Parma (137), Cesena (98), Piacenza (44). Per quanto riguarda i vaccini, alle 15 risultano somministrate complessivamente 746.666 dosi. In 261.094 hanno completato il ciclo vaccinale.

Veneto

Sono 1.861 i nuovi casi di Covid registrati in Veneto nelle ultime 24, con un'incidenza del 4% su 45.633 tamponi fatti da ieri, 25 i nuovi decessi, per un totale di 10.467 vittime dall'inizio della pandemia. Lo ha sottolineato il presidente del Veneto, Luca Zaia oggi nel punto stampa. Gli attuali positivi sono 39.183, ancora in crescita (+55).  Prosegue l'aumento dei ricoveri in ospedale, con 1.815 pazienti nei reparti non critici (+23) e 277 nelle terapie intensive (+10). 

Lombardia

Con 59.696 tamponi effettuati, sono 5.046 i nuovi positivi con il tasso di positività in crescita all'8,4% (ieri 7.1%). Dopo molti giorni, non ci sono nuovi posti letto occupati in terapia intensiva (845 in totale) mentre scendono quelli occupati negli altri reparti (-46, 7.132). I decessi sono 100 per un totale complessivo di 30.185 morti in regione dall'inizio della pandemia. Per quanto riguarda le province, i nuovi positivi nella città metropolitana di Milano sono 1.325 di cui 524 a Milano città, 623 a Brescia, 495 a Varese, 444 a Monza e Brianza, 421 a Como, 388 a Bergamo, 354 a Mantova, 316 a Pavia, 197 a Lecco, 169 a Cremona, 106 a Sondrio e 98 a Lodi.

Basilicata

In Basilicata (zona arancione) ieri sono stati analizzati 1.169 tamponi molecolari: 110 sono risultati positivi al coronavirus e di questi 105 appartengono a residenti in regione. Lo ha reso noto la task force regionale, specificando che nelle ultime 24 ore non sono stati registrati decessi con il totale delle vittime lucane quindi fermo a 416. Sale da 162 a 171 il numero delle persone ricoverate negli ospedali lucani, delle quali 15 (una in più di ieri) in terapia intensiva, sei al San Carlo di Potenza e nove al Madonna delle Grazie di Matera. Con 50 guarigioni registrate ieri, il numero dei lucani attualmente positivi è di 4.334 (4.163 in isolamento domiciliare). In totale i guariti lucani sono 13.504. Dall'inizio dell'epidemia in Basilicata sono stati analizzati 273.658 tamponi molecolari, 252.480 dei quali sono risultati negativi e sono state testate 164.804 persone.

Puglia

Oggi in Puglia su 12.807 test effettuati, sono risultati 2.033 casi positivi, il 15,87% del totale (ieri era il 15,65% dei test). Sono stati registrati, inoltre, 37 decessi. I nuovi casi positivi sono 858 in provincia di Bari, 153 in provincia di Brindisi, 144 nella provincia BAT, 366 in provincia di Foggia, 152 in provincia di Lecce, 350 in provincia di Taranto, 1 caso di residente fuori regione, 9 casi di provincia di residenza non nota. I 37 decessi sono distribuiti 12 in provincia di Bari, 1 in provincia di Brindisi, 13 in provincia di Foggia, 4 in provincia di Lecce, 7 in provincia di Taranto. Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 1.805.576 test e di questi 133.996 sono i pazienti guariti, mentre 44.177 sono i casi attualmente positivi, 1.993 dei quali ricoverati in ospedale. Sono deceduti complessivamente 4.606 pugliesi. Il totale dei casi positivi Covid in Puglia dall'inizio della pandemia è di 182.779.

Lazio 

Il bollettino di oggi: su oltre 16 mila tamponi nel Lazio (-489) e oltre 21 mila antigenici per un totale di oltre 38 mila test, si registrano 2.055 casi positivi al Covid (+346), 33 i decessi (+3) e +1.752 i guariti. Aumentano i casi, i decessi, i ricoveri e le terapie intensive. Il rapporto tra positivi e tamponi è a 12%, ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale è al 5%. I casi a Roma città sono a quota 901 (ieri erano 700). «Venerdì notte apriremo le prenotazioni alla fascia di età 69-68 anni. Il valore RT è a 0.99 con una riduzione del numero dei focolai, l’incidenza è a 205 per 100 mila abitanti. I tassi di occupazione dei posti letto sono poco sopra soglia», commenta l’Assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato. 

Bollettino Covid Lazio oggi 25 marzo, 2.055 casi positivi (+346) e 33 morti (+3). Roma sale a quota 901

Toscana

I nuovi casi positivi Covid registrati in Toscana sono 1.518 su 24.739 test di cui 16.101 tamponi molecolari e 8.638 test rapidi, con un tasso di nuovi positivi del 6,14% (13,9% sulle prime diagnosi). Lo ha reso noto Eugenio Giani, presidente della Regione, sulla sua pagina Facebook. Il dato dei positivi è più alto di ieri (erano 1.197), con un numero di test più basso (erano 26.059), e dunque un tasso di positivi più elevato (era del 4,59%).

Friuli Venezia Giulia

Oggi in Friuli Venezia Giulia su 5.649 tamponi molecolari sono stati rilevati 561 nuovi contagi con una percentuale di positività del 9,93%. Sono inoltre 3.177 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 281 casi (8,84%). I decessi registrati sono 13; i ricoveri nelle terapie intensive calano a 78 mentre quelli in altri reparti risultano essere 645. Lo comunica il vicegovernatore con delega alla Salute, Riccardo Riccardi. I decessi complessivamente ammontano a 3.199, con la seguente suddivisione territoriale: 691 a Trieste, 1.661 a Udine, 627 a Pordenone e 220 a Gorizia. I totalmente guariti sono 71.837 (+1.512 rispetto a ieri), i clinicamente guariti 3.208, mentre quelli in isolamento calano a 15.245. Dall'inizio della pandemia in Friuli Venezia Giulia sono risultate positive complessivamente 94.212 persone con la seguente suddivisione territoriale: 17.576 a Trieste, 45.409 a Udine, 18.777 a Pordenone, 11.397 a Gorizia e 1.053 da fuori regione.

Zone rosse Italia, c'è la Lombardia, il Lazio e la Toscana in arancione

Sardegna

Impennata di nuovi contagi in Sardegna che alla soglia delle 44 mila positività al Covid-19 complessivamente accertati dall'inizio dell'emergenza, fa segnare 211 nuovi casi. È quanto emerge dall'ultimo aggiornamento dell'Unità di crisi regionale. Sale anche il tasso di positività che su 3.546 tamponi effettuati si attesta sul 5,9%. Si registra un nuovo decesso (1.219 in tutto). Sono stabili a 173 i pazienti attualmente ricoverati in ospedale in reparti non intensivi, mentre sono 27 (+1) i pazienti in terapia intensiva. Le persone in isolamento domiciliare sono 13.160. I guariti sono complessivamente 29.177 (+79), mentre le persone dichiarate guarite clinicamente nell'Isola sono attualmente 185. Sul territorio, dei 43.941 casi positivi complessivamente accertati, 10.956 (+50) sono stati rilevati nella Città Metropolitana di Cagliari, 6.938 (+31) nel Sud Sardegna, 3.623 (+27) a Oristano, 8.621 (+34) a Nuoro, 13.803 (+69) a Sassari.

Marche

Frena la corsa dei ricoveri per Covid-19 nelle Marche: solo due paziente in più nell'ultima giornata (961) e 47 persone dimesse. In Terapia intensiva attualmente ci sono 157 degenti (+1), in Semintensiva 207 (-1) e nei reparti non intensivi 597 (+3). Si allevia un pò anche la pressione sui pronto soccorso (110, -9) e gli ospiti di strutture territoriali scendono a 240 (-3). In aumento, fa sapere il Servizio Sanità della Regione, i positivi in isolamento domiciliare (9.215, +78) mentre calano sensibilmente le quarantene per contatto con positivi (19.447, -649; 8.783 sintomatici, 390 operatori sanitari). I guariti dimessi finora sono 72.371 (+526).

Umbria

Praticamente dimezzati in Umbria i nuovi casi Covid emersi nell'ultimo giorno rispetto a quello precedente, oggi 113 contro i 225 di ieri secondo quanto riporta il sito della Regione. Sono stati registrati anche 187 guariti e tre morti. Gli attualmente positivi sono ora 5.167, 77 meno di ieri. I tamponi analizzati sono stati 2.191 e i test antigenici 2.103. Il tasso di positività è del 2,6 per cento sul totale (ieri 3,7) e del 5,1 sui soli molecolari (ieri 6,4). Ancora in calo i ricoverati, ora 438, dieci meno di ieri, 63 dei quali, tre in meno, nelle terapie intensive.

Piemonte

Con i 2.582 nuovi casi comunicati oggi dall'Unità di crisi regionale, il 10,5% dei 24.575 tamponi eseguiti, il Piemonte supera i 300mila positivi dall'inizio della pandemia. Sono infatti 301.349 i piemontesi che hanno finora contratto il virus, 255.964 dei quali sono guariti (+ 2.198 rispetto a ieri). I decessi salgono invece a 10.093 (+40). Stabili i ricoverati in terapia intensiva, tre in più rispetto a ieri per un totale di 357, negli altri reparti l'incremento è di 69 pazienti, per un totale di 3.677. Le persone in isolamento domiciliare sono 31.258.

Covid, terapie intensive piene in mezza Italia, 12 regioni oltre soglia del 30%: dalla Lombardia all'Umbria

© RIPRODUZIONE RISERVATA