Dalla perdita di pudore una coppia ha tutto da guadagnare

Lunedì 1 Ottobre 2018 di Roberto Gervaso
L'amore proprio è l'unica forma d'amore che è veramente corrisposto.
- I salici mi fanno venire una gran voglia di piangere; i cipressi di morire; i pioppi di scrivere.
- Sono un cubo, ma vorrei essere una manciata di coriandoli.
- «Gli animali non sanno amare», ha scritto la venerabile Civiltà cattolica. Speriamo però che non facciano eccezioni per i padri gesuiti.
- Ci vuole volontà anche a non avere voglia di niente.
- L'abitudine è un formidabile conservante.
- Ansioso è chi, guardando l'orologio, si domanda se sia presto o tardi.
- Il noioso che sbadiglia è quasi meno noioso.
- A essere se stessi si guadagna tempo e si acquista credito.
- Di nessuna donna sono stato il primo uomo; di nessuna sarò l'ultimo.
- Diamo a Cesare quel che è di Cesare. Purché si accontenti.
- Ciò che l'uomo conosce di se stesso non lo aiuta né a vivere né a morire.
- Nulla, più del giornalismo, ci permette di approfondire la nostra superficialità.
- Non chiedete troppo spesso a chi ci ama, se vi ama; potrebbe amarvi di meno.
- Le donne che osano sono le sole alle quali cerco di resistere.
- Se il moralista credesse in quel che dice, forse nessuno lo prenderebbe sul serio. Sono la malafede, il cinismo e la ribalderia ad avvalorare le sue prediche.
- «Il progresso è di sinistra». Basta dirlo.
- Una giusta dose di dolore ci fa maturare, ma una dose eccessiva ci paralizza, quando non ci annienta.
- La grande forza dei nostri intellettuali più impegnati è la loro fragilità morale.
- È un uomo di mondo che dice cose dell'altro mondo.
- Quanto Io nel mio Io. Quasi non mi riconosco più.
- Fra il servo sciocco e l'utile idiota, meglio il becco contento.
- Il giornalista che fa troppa morale è il giornalista più immorale.
- Tutto sommato, all'immortalità dell'anima si può anche credere.
- «Chi s'accontenta gode». Ma chi lo dice?
- Quanti interessi personali nascondono quelli generali!
- Ho poche pretese. Ma insistenti.
- Il nostro giornalismo è fatto di buoni principi e di cattivi esempi, di buone lezioni e di cattivi maestri.
- «Partire dice il proverbio è un po' morire». Non esageriamo.
- I nostri intellettuali vanno controcorrente con il salvagente alla vita.
- Il peggior nemico dell'uguaglianza è chi troppo enfaticamente la proclama.
- I Salvatori della Patria sono spesso aspiranti tiranni.
- Ho sognato che facevano all'amore con una sirena, ma non ricordo come.
- Il vero moralista denuncia il male che ha fatto, farà o vorrebbe fare.
- Nella timidezza non c'è modestia, ma solo il timore di non sembrarlo abbastanza.
- Dalla perdita di pudore una coppia ha tutto da guadagnare.
- In fondo, siamo vicini solo a noi stessi.
- Nessun uomo è uguale all'altro. Ma guai a dirlo!
- Tutti abbiamo avuto antenati, pochi sono in grado si esibirli. © RIPRODUZIONE RISERVATA