CORONAVIRUS

Mascherine, gel e distanze: le vere vacanze intelligenti

Sabato 4 Luglio 2020 di Mauro Evangelisti
Mascherine, gel e distanze: le vere vacanze intelligenti
Mascherine, mano nella mano, lui asiatico, lei occidentale, sono stranieri e a grandi falcate si avviano verso Fontana di Trevi. Famiglia, babbo, mamma e due figli adolescenti, si guardano intorno e uno dei ragazzi osserva Google Maps sullo smartphone per capire quale sia la strada giusta, sono italiani, probabilmente del nord, e hanno tutti le mascherine. Trinità de’ Monti, in cima alla scalinata, un po’ di ragazzi aspettano la luce migliore per scattare la foto a Roma dall’alto. Sono pochi, bisogna essere buoni osservatori per notarli, ma ci sono: i turisti. Sono tornati, anche se in numero neppure paragonabile all’estate del 2020. Da un mese ci possiamo spostare da regione a regione; anche all’interno dei confini dell’area Schengen non è più necessaria la quarantena; eccoli, i pionieri dei viaggi, quelli che si arrischiano a oltrepassare i confini e, sia pure con sacrosante precauzioni, a visitare Roma. Mascherine, gel igienizzanti e distanze: ecco le vere vacanze intelligenti. E una vetrina spiega che qualcosa sta cambiando: Instagram. Sempre meno foto di pizze preparate in casa, sempre più panorami, tramonti, perfino i piedoni in spiaggia. Nulla di male, ma manteniamo le distanze, usiamo la mascherina, laviamoci le mani. Il virus non va in ferie. © RIPRODUZIONE RISERVATA