Roma, torna il traffico: +26% dal primo maggio. Ma il livelli pre-Covid sono lontani

Roma, torna il traffico: +26% dal primo maggio. Ma il livelli pre-Covid sono lontani
di Stefania Piras
2 Minuti di Lettura
Martedì 12 Maggio 2020, 15:40 - Ultimo aggiornamento: 15:59

Coronavirus Non siamo ai movimenti come in era pre-Covid. A Roma più della metà degli utenti che utilizzavano Waze non è tornata a spostarsi come prima. L'allentamento delle misure di quarantena che c'è stato il 4 maggio si vede anche nei dati di Waze, l'applicazione mobile di navigazione stradale per telefoni basata sul contributo degli utenti che segnalano incidenti, cantieri o altre situazioni utili a chi viaggia. E i dati dicono che dal 4 maggio la mobilità è aumentata del 26%. Un segnale timido di normalità perché non siamo ancora ai livelli pre Covid. 

Nota bene: Essendo Waze un'app che funziona come un navigatore, parliamo qui di spostamenti motorizzat e quindi lunghi, che comprendono quindi presumibilmente anche spostamenti interregionali che non sono ancora autorizzati su tutto il territorio nazionale, tranne che per motivi di necessità. Il governo, infatti, quando il 26 aprile ha annunciato la Fase due e quindi il decreto per il 4 maggio scriveva sulle pagine dedicate alle FAQ «No, gli spostamenti al di fuori della propria regione restano consentiti esclusivamente per ragioni di lavoro, salute o assoluta urgenza». 

Fidanzati si incontrano dopo 2 mesi al confine Umbria-Marche tra baci e selfie

Tenuto a mente  questo, cosa emerge dai dati Waze prima e dopo il 4 maggio? Che c'è stato sì un "Libera tutti" ma contingentato. 
Ecco i numeri su Roma e sull'Italia:

1 maggio  nella Capitale c'è stato -95% di spostamenti rispetto al periodo pre Covid di riferimento, cioè  tra l’11 e il 25 febbraio 2020. In Italia si registrava complessivamente lo stesso dato: -95% di spostamenti

2 maggio a Roma - 84% di spostamenti, in Italia -92%

3 maggio a Roma -91%  di spostamenti,  in Italia -93%  

4 maggio, giorno di allentamento ufficiale del lockdown: a Roma -68%  di spostamenti, in Italia -64%  

5 maggio a Roma -69%  di spostamenti, in Italia -64%  

Secondo i dati Waze dunque nella Capitale, comunque dopo il 4 maggio più della metà degli spostamenti segnalati dagli utenti che hanno usato l'applicazione non è tornata a spostarsi come quando c'erano le misure di quarantena. Sta dunque prevalendo la cautela. 

Coronavirus, Roma: fuga al mare e grigliate in terrazza «Ora stretta anche nei condomini»

© RIPRODUZIONE RISERVATA