ROMA

Roma, vento e danni: lavori sul Ponte della Scafa: traffico in tilt, lunghe code e disagi verso il mare

Domenica 24 Febbraio 2019
Roma, vento e danni: lavori sul Ponte della Scafa
lunghe code e disagi verso il mare

Fila di tre chilometri da Osta Antica al Ponte della Scafa di Fiumicino. Stesso caos dall'aeroporto in direzione Ostia. Un'altra domenica no sulle strade della Capitale, che oggi con il bel tempo sono molto trafficate in direzione mare dove molti hanno deciso di pranzare o di fare una passeggiata. Traffico paralizzato, ingorghi e molti disagi per utto il giorno. La causa? I lavori in corso, prealtro necessari, dopo che il forte vento di ieri ha abbattuto il guardrail e la rete di protezione del Ponte della Scafa dove ora si transita a senso unico.
 

 

Sul ponte della Scafa, che collega Ostia e Fiumicino, è in corso il posizionamento di new jersey «provvisori», per ripristinare la protezione laterale abbattuta dalle raffiche di vento. L'Anas ha riferito che i lavori dureranno fino a martedì e si consiglia percorsi alternativi per evitaee file e ingorghi.

L'assessore ai Lavori Pubblici, Angelo Caroccia, dice. «L'Anas fa sapere di aver messo i new jersey provvisori che poi sposterà una volta effettuata la gettata che precede la sistemazione della nuova protezione. Il lavoro che obbligherà gli automobilisti a un senso unico alternato, stando sempre alle previsioni Anas, dovrebbe terminare tra martedì notte e mercoledì mattina. Sto controllando ogni fase dell'intervento che come i cittadini ben sanno è di competenza Anas. Ci siamo però messi a disposizione per qualsiasi aiuto o confronto al fine di ridurre più possibile i disagi ai cittadini e ai lavoratori. Purtroppo ci saranno. Stamattina si sono formate le prime code che stiamo comunque fronteggiando anche grazie all'aiuto della polizia locale».

«Anas ha confermato che i lavori sul ponte della Scafa proseguiranno fino al completo ripristino e alla messa in sicurezza della protezione laterale abbattuta ieri dal forte vento». Lo rende noto il comune di Fiumicino aggiungendo che il cantiere sarà operativo anche lunedì e martedì. «Ci auguriamo che martedì si concluda l'intervento, ma potrebbero esserci strascichi anche mercoledì - informa una nota - Fino al completamento dei lavori, la viabilità sul ponte sarà a senso unico alternato regolato da un semaforo e coadiuvato dalla Polizia locale di Fiumicino per il tratto di nostra competenza. Si invitano tutti coloro che non hanno necessità impellente di percorre il ponte della Scafa o che vivono in prossimità del Grande Raccordo Anulare, a scegliere percorsi alternativi per evitare di ritrovarsi in un ingorgo che renderebbe molto lungo il tempo di percorrenza»

Oggi hanni riaperto Colosseo e il Foro Romano dopo da chiusura anticipata disposta ieri a causa del maltempo e delle forti raffiche di vento sulla città. Rimane chiuso, invece, il Palatino anche se, si legge in un tweet del Parco archeologico del Colosseo, «la situazione potrebbe cambiare in base alle condizioni meteo».

Sono stati circa 200 gli interventi effettuati nella notte a Roma dalle pattuglie della polizia locale per eventi connessi al forte vento, che sommati a quelli della giornata di ieri arrivano ad oltre 500. In particolare si tratta di interventi per la messa in sicurezza di aree non solo per rami e alberi caduti o pericolanti ma anche per cadute di tegole, calcinacci, cornicioni, oltre a pali e semafori pericolanti e per il rilievo di danni su veicoli rimasti danneggiati per le cadute. Questa mattina le pattuglie della polizia locale stanno svolgendo dei sopralluoghi sia nei parchi, per verificare il rispetto del provvedimento di chiusura emesso ieri dall'amministrazione, sia un'attività di monitoraggio presso i plessi scolastici per verificare eventuali critiche che richiedano l'intervento degli organi tecnici competenti.

Gli interventi dei vigili del fuoco per maltempo nelle ultime 24 ore sono stati per numero maggiore nel Lazio (1.100) e Campania (1.000). Proseguono le operazioni, soprattutto per i danni causati dal forte vento.

 
Infine il Corpo nazionale soccorso alpino e speleologico del Lazio è intervenuto nel pomeriggio di ieri nel territorio del comune di Ascrea, in provincia di Rieti, per soccorrere un escursionista rimasto ferito in seguito a una caduta. L'uomo, di 56 anni e residente a Ciampino, era impegnato con un amico in un'escursione verso la vetta del Monte Navegna quando, a causa del forte vento, ha perso l'equilibrio ed è scivolato su un tratto ghiacciato procurandosi un trauma alla caviglia.  Sul posto sono giunti gli operatori del Soccorso Alpino della stazione di Rieti che hanno provveduto a stabilizzare l'infortunato e a trasportarlo a spalle con una barella fino a una strada sterrata dove è stato caricato su un mezzo fuoristrada. L'uomo è stato affidato alle cure del personale del 118.  

Ultimo aggiornamento: 17:28 © RIPRODUZIONE RISERVATA