Guidonia, vandali devastano e bruciano la scuola elementare di Villalba

Domenica 21 Febbraio 2021 di Elena Ceravolo
I danni causati dai vandali incendiari nella scuola elementare di Villalba di Guidonia

Vandali incendiari in azione nella scuola elementare di Villalba di Guidonia. Nel mirino è finito il plesso di via Palermo, negli ultimi anni più volte oggetto di raid. E’ successo nella notte tra venerdì e ieri e l’allarme è stato dato al mattino. Nel week end, sabato incluso, non ci sono lezioni. Gli sconosciuti hanno acceso più focolai, rischiando di mandare in fumo l’intero edificio. In un’aula il fuoco è stato appiccato a piccoli cumuli di libri e quaderni. Nelle scrivanie dei bidelli, a metri di distanza dalla classe, incendiate scatole di mascherine e guanti anti-covid.

Sul caso indaga la polizia del commissariato di Tivoli. L’incendio nella scuola è l’ultimo di una serie di episodi che, tra Guidonia e Tivoli, in poco tempo, apparentemente scollegati, è apparsa nella cronaca: una coppia di anziani accoltellati, una barista quasi uccisa dal fratello, un ragazzino picchiato da un baby-sitter, un imprenditore rapinato per strada. Carabinieri e polizia tra Guidonia e Tivoli sono al lavoro coordinati dalla Procura. La Scientifica ha lavorato a caccia di tracce e impronte per risalire ai vandali. Si cerca di capire se qualche telecamera abbia catturato immagini. L’elementare di via Palermo non ha apparati.

Gli sconosciuti sono entrati dopo aver rotto la vetrata di una porta sul retro per adeguare l’edificio alle norme anti-Covid. Danni anche nel refettorio, dove i vandali hanno scaricato il contenuto degli estintori: un disastro, confusione. La scuola è stata dichiarata inagibile dopo un sopralluogo dei vigili del fuoco e resterà chiusa qualche giorno. I danni sono da valutare.

Sconcerto all’assessorato Pubblica Istruzione: «In questo momento in cui il sistema educativo e scolastico è messo a dura prova dalla pandemia - dice l’assessore Elisa Strani - arriva pure un gesto scellerato da soggetti che non hanno rispetto per la società e colpiscono la categoria più fragile: i nostri figli. Sono costernata. Spero che il lavoro degli inquirenti possa far luce al più presto sull’accaduto». La richiesta dei cittadini è un coro: «Telecamere in tutta Villalba per la sicurezza di tutti». Tre anni fa il fuoco fu appiccato sempre nottetempo a una palestra comunale in piazza Martiri delle Foibe.

© RIPRODUZIONE RISERVATA