Vaccino Lazio, Zingaretti: «La lista degli over 80 indecisi consegnata ai medici di base: vanno cercati»

Vaccino Lazio, Zingaretti: «La lista degli over 80 indecisi consegnata ai medici di base: vanno cercati»
3 Minuti di Lettura
Lunedì 3 Maggio 2021, 10:01 - Ultimo aggiornamento: 16:04

Stiamo distribuendo a tutti i medici di medicina generale i nomi dei «pazienti over 80 che non si sono iscritti nel sistema di prenotazione, «per cercarli e tornare a domandare loro di vaccinarsi». Così il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, intervenendo alla trasmissione "Uno Mattina" sui vaccini nel Lazio.

Vaccini Lazio, nuovo hub a Porta di Roma. Zingaretti: «Ora i giovani, ma non è un'imposizione»

«I conti si fanno su coloro che si sono prenotati e ora è tempo, quando si arriva a 80-90% dei vaccinati, di andarli a cercare» ha aggiunto Zingaretti ricordando che «il virus circola ancora e circola con varianti molto più infettive e dunque mentre vacciniamo non dobbiamo dare in alcun modo l'idea che il virus è scomparso: è presente e purtroppo è ancora più infettivo di quello di un anno e mezzo fa»

 

I numeri - «Alle ore 12 abbiamo superato il tetto delle 2 milioni di somministrazioni di vaccini, nel Lazio una persona su tre ha già ricevuto almeno una dose di vaccino. Voglio ringraziare tutti i nostri operatori che stanno portando avanti con impegno e dedizione la campagna vaccinale». Lo sottolinea l'assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D'Amato, in un nota. Da questa sera alla mezzanotte inoltre attiva la prenotazione online sul portale Salute Lazio per la fascia di età 57 e 56 anni (ovvero i nati nel 1964 e 1965), il Lazio corre!«, conclude l'assessore.

 

Aperto nuovo centro vaccinale a Ostia

Nuovo centro per la somministrazione dei vaccini a Ostia. È il Polo Acquatico Frecciarossa della Fin, Federazione italiana nuoto, inaugurato oggi dal presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti e dal commissario straordinario per l'emergenza Covid generale Francesco Paolo Figliuolo. Una struttura dotata di 10 cabine operative per 12 ore al giorno. Partirà con circa 600 vaccinazioni quotidiane, ma potrebbe arrivare a effettuarne fino a mille.

Sport e vaccini

I vaccini giocano un ruolo fondamentale anche per l'attività sportiva. «Lo sport è importantissimo e se ci vacciniamo in fretta riapriamo anche lo sport, perchè la mente e il fisico sono un connubio indissolubile», ha detto il generale Francesco Paolo Figliuolo in occasione dell'inaugurazione, rivelando di essere un nuotatore amatoriale: «Mi fa piacere esser qui ad aprire un primo centro legato allo sport». Il commissario straordinario per l'emergenza ha poi annunciato che «Vaccineremo a brevissimo gli atleti che dovranno andare alle Olimpiadi, anche questo è un segnale dell'Italia che riparte».

© RIPRODUZIONE RISERVATA