Salvini e l'ironia sul degrado della Capitale: «Se a Ponte Milvio non fai l'aperitivo con il cinghiale, sei fuori moda»

Salvini e l'ironia sul degrado della Capitale: «Se a Ponte Milvio non fai l'aperitivo con il cinghiale, sei fuori moda»
3 Minuti di Lettura
Martedì 25 Maggio 2021, 12:22 - Ultimo aggiornamento: 12:32

«A Roma, se a Ponte Milvio non fai l'aperitivo con il cinghiale, sei fuori moda». Così Matteo Salvini, intervenendo alla conferenza stampa organizzata dalla Lega sul Made in Italy alla Camera dei deputati, rispondendo a una domanda sulla tutela degli animali, non si fa sfuggire l'occasione per una battuta sullo stato della capitale.

Cinghiali «scippano» la spesa a una donna, Raggi: «Accuse a Roma ma la zona Le Rughe non è mia competenza»

Anche i cinghiali diventano materia di campagna elettorale. Pochi giorni fa ne aveva parlato anche la sindaca Virginia Raggi che su FB aveva scritto: «Molti hanno già visto questo video che sta facendo il giro dei social e dei media: un gruppo di cinghiali “strappa” la spesa ad una donna nel parcheggio di un supermercato». «L'episodio è avvenuto nella frazione Le Rughe a Formello, un comune di 13mila abitanti in provincia di Roma (area della Città Metropolitana), all'interno del Parco Regionale di Veio. La propaganda da campagna elettorale ha trasformato questo video nella solita accusa nei confronti di Roma e della sua Amministrazione. Ci ho pensato molto prima di scrivere questo post ma credo sia giusto fare chiarezza e spiegare come, per legge, viene gestita la fauna selvatica di cui fanno parte anche i cinghiali. Intanto precisiamo che Formello è un comune amministrato non da me ma da un sindaco della Lega che, comunque, non ha una responsabilità diretta nella gestione dei cinghiali»

La sindaca ha proseguito: «La legge prevede che siano le Regioni con le loro amministrazioni a gestire la fauna selvatica. Cosa sta accadendo? Da decenni i cinghiali stanno aumentando in quanto non ci sono più specie antagoniste, altri animali, che ne limitano il numero. Quando c'è un aumento di esemplari, i cinghiali vanno alla ricerca di nuovi territori di caccia e si avventurano anche dove vivono gli uomini e quindi il cibo è più facilmente reperibile: per questo motivo rovesciano i bidoni dei rifiuti o, attratti dall'odore, arrivano nei pressi dei negozi di alimentari».

«Questo fenomeno è in corso in tutte le città italiane, soprattutto quelle dove i parchi naturali sono a ridosso dell'abitato. In questi anni non sono stata inerte ma, per superare l'immobilismo decennale che ho trovato, ho proposto e sottoscritto un protocollo con tutti gli enti che, direttamente e indirettamente, hanno la gestione e la tutela della fauna selvatica. Spero che ora questo video possa essere visto e commentato con maggiore consapevolezza da parte di tutti».

© RIPRODUZIONE RISERVATA