Rapper Ray Carino arrestato a Roma, rapinava le farmacie vestito da Babbo Natale

In manette Giuseppe Cungias, 45 anni. Agiva nella zona di Ponte Milvio: almeno 5 colpi in una settimana

Roma, rapinava le farmacie vestito da Babbo Natale: arrestato il rapper Ray Carino
di Marco De Risi
3 Minuti di Lettura
Martedì 14 Dicembre 2021, 22:24 - Ultimo aggiornamento: 22:26

È finito l’incubo del rapinatore che colpiva nella zona di Ponte Milvio. Sono stati i carabinieri ad arrestarlo lunedì sera dopo l’ennesimo colpo in una tabaccheria. Lui si chiama Giuseppe Cungias, 45 anni, in arte Ray Carino, e si è presentato ai militari come un rapper metropolitano. 

 

I VIDEOCLIP

Effettivamente su Youtube c’è un video che ritrae il bandito cantare un pezzo. Si vede lui, tatuato che si allena da pugile. Era diventato imprendibile il bandito che è responsabile anche di un colpo in una farmacia del Fleming travestito da Babbo Natale. I carabinieri del Nucleo Operativo della compagnia Trionfale sono partiti proprio da questo colpo messo a segno pochi giorni fa e sono arrivati ad altre cinque rapine commese dal bandito cantautore. L’uomo è responsabile anche di una tentata rapina nella farmacia di piazzale di Ponte Milvio e di una ad una tabaccheria di via della Farnesina. 

I COLPI

Da almeno una settimana il rapinatore teneva in scacco le forze dell’ordine con i suoi blitz armati fra il Fleming e Ponte Milvio. I carabinieri hanno aumentato le pattuglie nella zona ed investigato su alcune telecamere fino a quando per il bandito non è scattata la trappola. Lunedì sera, il criminale ha colpito in una tabaccheria di via Flaminia Nuova ed è stato particolarmente violento. Il titolare ha reagito e lui l’ha colpito in testa con il calcio della pistola. Portato all’ospedale San Pietro, non è grave. L’uomo, invece, è fuggito con il bottino ma una pattuglia dell’Arma l’ha incrociato lungo corso Francia. Sono stati chiamati i rinforzi ed il rapinatore è stato catturato. Alla cintola portava una pistola vera con il caricatore pieno di colpi. L’arma è oggetto di un furto. Il fatto di avere usato un’arma vera è sicuramente un’aggravante. I carabinieri gli hanno subito messo le manette. 

LA PERQUISIZIONE

Il bandito risiede ad Alessandria ed è a Roma senza una fissa dimora. I militari hanno scoperto dove Giuseppe Cungias viveva in città. In un appartamento sulla Cassia fuori il raccordo anulare. E’ stata fatta una perquisizione ed è stata trovata della droga e i vari abiti che indossava durante i colpi. Le telecamere a circuito chiuso dei negozi rapinati l’hanno ritratto con i vestiti poi trovati in casa. C’è anche un altro elemento che ha aiutato i carabinieri a chiudere l’indagine. Il bandito si è sempre mosso con auto noleggiate che hanno lasciato traccia del loro spostamento. Ora i carabinieri della compagnia Trionfale stanno indagando per accertare se il rapinatore abbia fatto più di cinque rapine. Gli investigatori hanno fondati sospetti che i colpi possano essere molti di più. 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA