COVID

Roma, festa clandestina in un appartamento a San Giovanni: sgomberato dai carabinieri

Mercoledì 10 Marzo 2021
Roma, festa clandestina in un appartemento a San Giovanni: sgomberato dai carabinieri

Nel weekend aumentano i controlli e scattano le sanzioni. E nel primo finesettimana di marzo i carabinieri di Roma hanno multato in tutto 33 persone e disposto la chiusura provvisoria di un ristorante e di un minimarket. L'azione dei militari si è sviluppata in tutta la Capitale. Diverse le violazioni rilevate: dal mancato uso della mascherina fino alle feste clandestine.

La festa clandestina a San Giovanni

Anche in zona gialla c'è il divieto di feste private e la raccomandazione di non ricevere a casa persone diverse dai conviventi. Ma non hanno rispettato le indicazioni del Governo 9 cittadini spagnoli, sorpresi in un appartamento di via Cerveteri, quartiere San Giovanni, mentre facevano festa. La segnalazione è arrivata ai carabinieri dai vicini, che si lamentavano degli schiamazzi e delle numerose persone presenti.

Chiuso un ristorante a Battistini

Non ha rispettato gli orari di chiusura del servizio di ristorazione, che deve tirare giù la saracinesca alle 18, il ristorante in via Soriso, quartiere Battistini. Così i carabinieri della stazione roma Madonna del Riposo hanno imposto al titolare, un cittadino filippino, la chiusura del locale per 5 giorni. In particolare, nel loro intervento i militari hanno trovato 5 persone sedute al tavolo che venivano servite. Anche queste sono state sanzionate.

Controllli al Pigneto

Dodici persone sono state sanzionate nella zona del Pigneto dai carabinieri. Le prime 5 multate perché senza mascherina. Mentre le altre 7 sanzionate per trovate davanti a un minimarket senza rispettare le distanze per prevenire il contagio. A quel punto, i militari hanno anche proceduto a chiudere l'attività commerciale. Infine, in via Giulio Romano, i Carabinieri della Stazione Roma Flaminia hanno sorpreso 5 persone, tutte extracomunitarie, nell'appartamento di un loro conoscente dello Sri Lanka sottoposto agli arresti domiciliari.

© RIPRODUZIONE RISERVATA