Roma, niente vigili urbani sulla Cristoforo Colombo: file interminabili tra Ostia e l'Eur

Martedì 3 Settembre 2019 di di Mirko Polisano
2
Intrappolati per ore sulla Cristoforo Colombo. Rientro al lavoro da incubo per i pendolari della strada che collega i quartieri dell’entroterra del X all’Eur. Il tutto complicato dall’assenza dei vigili urbani agli incroci nevralgici per far fluidificare il traffico. Disagi e proteste e a non finire per chi, già dal primo giorno dopo le ferie, ha dovuto chiedere ore di permesso in ufficio. «File anche a Malafede a partire da Via Nora Ricci», si lamenta sui social Patrizia Ferranti una delle 8mila e passa utenti del gruppo “C’è vita sulla Colombo” che in tempo reale aggiorna chi deve percorrere l’arteria sulle condizioni della viabilità.
Interminabili incolonnamenti si sono registrati fin dale prime ore della mattina. «Ore 8,30 fila centrale e laterale tutto bloccato», risponde Silvia a chi le chiede com’è la situazione. Il servizio di fluidificazione del traffico sulla Colombo, sospeso dal comando del X Gruppo Mare per l’intero mese di agosto, non è ripreso ieri, come invece speravano i pendolari. Dunque, Cristoforo Colombo senza vigili e code chilometriche tra Acilia e Casal Palocco. Fino a 50 minuti per percorrere 6 chilometri, la distanza che separa l’Infernetto da Malafede.Come tutti gli anni ad agosto il servizio viene sospeso con la convinzione che non ce ne sia bisogno perché la gente è in ferie. «Una volta forse era così – protestano gli utenti – ora non più».
«Riteniamo – spieganoi i vigili di Ostia - che sul lungo periodo la sospensione di questi servizi si tramuterà, e già nei fatti si sta tramutando, in uno straordinario alibi per evitare di realizzare opere necessarie per fronteggiare un problema fuori controllo».
Ieri pomeriggio, poi, un’altra emergenza si è verificata sulla Roma-Fiumicino. Paralizzato il traffico sulla A91 a causa di un tamponamento, a cui si è aggiunto un incidente in piazza Umberto Nobile in cui è intervenuta la Polizia Locale di Fiumicino: il traffico in prossimità dell’aeroporto Leonardo Da Vinci è stato molto rallentato. Il blocco di circa un’ora ha creato inevitabili code. Si sono registrati, inoltre, blocchi al piano “arrivi” dello scalo aeroportuale. Per facilitare lo smaltimento delle code, sono stati disattivati i varchi Ztl e Ztc.
  © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Con la febbre in aeroporto non si finisce in quarantena

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma