ROMA

Capodanno, il piano della Questura: «Cinquecento uomini in campo, allerta terrorismo livello 2»

Martedì 31 Dicembre 2019 di Camilla Mozzetti
2

Dal Circo Massimo a San Pietro, toccando tutto il centro storico e mantenendo l’attenzione alta anche in periferia. Sono alle porte i festeggiamenti per la notte di San Silvestro e la Questura di Roma ha presentato questa mattina nella Sala operativa il piano di sicurezza varato per il Capodanno. Le unità in servizio potranno contare su un aumento di 500 uomini dislocati nei punti più sensibili e ricadenti nei luoghi dove si celebrerà l’arrivo del nuovo anno. Un dispositivo congiunto - messo a punto dopo 15 giorni di lavoro - che oltre alla polizia vedrà impiegati carabinieri, guardia di finanza, polizia locale e unita speciali: dagli artificieri ai cinofili.

Roma, metro e bus a Capodanno: ecco tutti gli orari

«Saranno circa 500 gli uomini in campo per le fasi serali, dalle 19 di oggi in poi. - ha spiegato Alfredo Matteucci, capo di Gabinetto della Questura di Roma - L'allerta terrorismo è a livello 2, ovvero elevata. Non ci sono minacce specifiche, ma dopo gli attentati in Europa degli ultimi anni non abbiamo mai abbassato il livello di guardia». «Sotto particolare osservazione - ha aggiunto - l'Angelus del Papa domani mattina a San Pietro e gli eventi che si terranno nell'area del Lungotevere».
 

 

«Di sicurezza - ha aggiunto il Questore Carmine Esposito, partecipando alla presentazione del piano - non ce n’è mai abbastanza, i cittadini vanno tutelati a ogni costo. Per questo ringrazio tutte le forze di polizia che stanotte saranno in strada per garantire la sicurezza della Capitale e di chi la vive. È stato un anno importante, chiediamo venia per le eventuali mancanze. Il nostro auspicio è quello di lavorare ancora meglio e di più per questa città bellissima». E poi il doppio invito ai cittadini. Il primo: «collaborate con noi: segnalateci ciò che non va e aiutateci a migliorare. Noi siamo sempre aperti al confronto». E infine il monito per i “botti” di Capodanno che a volte «vedono anche l’uso deprecabile - ha concluso il Questore - di armi detenute illegalmente».
 

Oltre agli uomini in servizio ci saranno gli occhi elettronici a vigilare sulla Capitale: 150 le videocamere della polizia che arrivano a 3mila contando anche i dispositivi di altre forze dell’ordine e privati ed enti pubblici collegati alla Sala operativa.

Ultimo aggiornamento: 14:51 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Con la febbre in aeroporto non si finisce in quarantena

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma