Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Atac, sui mezzi solo posti in piedi: ecco le linee più affollate

La classifica include le tratte percorse dal solo servizio pubblico di superficie. La maglia nera alla Termini-Bravetta seguita dalla 791 Cornelia-Palasport

Atac, sui mezzi solo posti in piedi: ecco le linee più affollate
di Fernando Magliaro
3 Minuti di Lettura
Lunedì 20 Giugno 2022, 01:11 - Ultimo aggiornamento: 08:20

Vince la classifica aprile 2022 dei bus Atac più affollati la linea H, quella che va da Stazione Termini, via Nazionale, piazza Venezia, passa da circonvallazione Gianicolense e arriva fino a via dei Capasso, con oltre 6 vetture su 10 dove non si troverà mai un posto a sedere. Medaglia d’argento per la 791, che va dalla fermata metro A Cornelia fino al Palazzo dello Sport dell’Eur: qui i posti solo in piedi, sono probabili quasi 6 volte su 10. Terzo posto sul podio delle vetture più affollate delle linee Atac lo rimedia l’87 che va da largo dei Colli Albani fino a viale Giulio Cesare, con il 55% scarso di probabilità di rimanere in piedi. È la classifica che, utilizzando alcuni parametri di Roma Servizi per la Mobilità, il blogger @MercurioPsi ha realizzato sulle linee con maggiore affollamento del sistema di trasporto pubblico Atac di superficie, quindi bus, tram, filobus e bus elettrici.


Il sistema di rilevazione Gps disponibili su Roma Mobilità consentono di monitorare in tempo reale la localizzazione di ogni singola vettura e sono questi, quando funzionano, a consentire ad Atac o alle app di indicare ai passeggeri i tempi di attesa alle fermate. Nello stesso sistema è presente anche un altro parametro che viene inserito il “Not Accepting Passengers + Standing Room Only” che indica il grado di riempimento di una vettura: dai “solo posti in piedi” al “non accettiamo passeggeri”. Insomma, quello che tanti anni fa era il cartello con la scritta “completa”, che ogni tanto compariva sul cruscotto anteriore dei vecchi bus verdi. 


IL MONITORAGGIO
Per la linea H sono state monitorate oltre 4.800 corse, il 56% delle quali effettuate da Atac utilizzando i nuovi bus. Per la 791, 3.700 corse monitorate il 45% delle quali si fa con le nuove vetture. Il 56% invece è la percentuale di veicoli nuovi per la linea 87, per la quale sono state monitorate oltre 4.300 corse. Dopo le prime tre posizioni, fino alla decima, le linee piene sono il 170, da Termini a piazzale dell’Agricoltura: su 4.300 corse monitorate, il 50% erano solo posti in piedi e il 54% fatte con bus nuovi.

Quinto posto per il 40 (Termini-via della Conciliazione) che segna il 47% di affollamento; poi il 766 (stazione Trastevere-via Millevoi), poco sotto il 47%; settima posizione per l’81 (piazza Malatesta-piazza Risorgimento) al 46%. All’ottavo posto c’è una navetta sostitutiva, il 3Nav che, oltre a segnare un sovraffollamento di quasi il 46%, presenta una percentuale di bus nuovi di quasi il 4%: ovvero, trattandosi di una navetta sostitutiva non gode del “privilegio” di vedere vetture nuove. Chiude questa speciale classifica il 223 che va dalla stazione La Giustiniana, sulla via Cassia, fino a Termini: qui, sono state monitorate 2.317 corse ad aprile che hanno reso un 45% di vetture piene e un 82% di bus nuovi a servizio. Ultimo posto, il 150F che parte dalla periferia della Prenestina, via Tonino Bello, e arriva fino a Villa Borghese. Su questa linea si registra quasi il 99% di vetture nuove ma anche il 44,8% di affollamento.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA