ROMA

Affittopoli, l'inquilino: «La casa a Fontana di Trevi? Pago 286 euro, ma è tanto umida»

Mercoledì 21 Agosto 2019 di Lorenzo De Cicco
1
Affittopoli, l'inquilino: «La acsa a Fontana di Trevi? Pago 286 euro, ma è tanto umida»

«Che effetto fa? Direi normale», risponde Emilio De Lipsis, 74 anni, mentre schiude le persiane della casa che ha in affitto dal Comune e spunta il torso marmoreo del dio Oceano, che troneggia tra i flutti disegnati da Nicola Salvi.

Normale aprire la finestra e vedere Fontana di Trevi?
«Viviamo qui da tanti anni, ci siamo abituati. Pensi che quando abbiamo ospiti, qualcuno si lamenta del rumore dell'acqua, ci dicono: sembra che piove. A noi non dà fastidio, però certo, l'umidità a volte si sente, è molto forte».
 

Pecca sopportabile, c'è da immaginare, per chi paga 286 euro al mese per vivere in 90 metri quadri con doppio affaccio - dal salone e dalla camera da letto - su uno dei monumenti più belli al mondo, simbolo della Roma barocca riprodotto perfino a Las Vegas. De Lipsis mostra l'ultima bolletta pagata al Campidoglio, datata 5 luglio 2019: due fogli, col versamento di 215 euro più un'altra settantina. Fino al 2015 pagava 207 euro al mese. Poi i canoni sono stati adeguati, come ha rivelato ieri Il Messaggero, e si è arrivati alla cifra di 286 euro, tutto annotato nel rapporto del 2019 sfornato dal Comune.

LEGGI ANCHE Affittopoli, la farsa dei rincari: casa al Colosseo per 133 euro Mappa

Domanda d'obbligo: si renderà conto che la cifra è clamorosamente al di sotto dei prezzi di mercato, anche dopo il minuscolo rincaro, o no?
«Certo, ma la cifra non l'ho decisa io. E nemmeno mia moglie. Il Comune non ci ha mai fatto un contratto, per anni non si sono fatti sentire».

Quindi paghereste di più?
«Sì, certo. A settembre dovremmo incontrare Aequa Roma (l'Equitalia del Comune, ndr) proprio per parlarne».

E quanto sareste disposti a pagare?
«Magari 600 euro, anche 700».

È comunque pochissimo, per una casa così.
«Questo possiamo permetterci».

Perdoni l'invadenza, ma più o meno quanto guadagna al mese, di pensione?
«Tra la mia e quella di mia moglie, circa 3mila euro. Ma a lei ora stanno togliendo alcuni soldi, per un problema con la liquidazione, è stata dirigente in Regione».

E lei, che lavoro faceva?
«Funzionario del Comune».

Ah, ecco. La casa del Comune come l'avete avuta?
«Ci viveva mia moglie. Suo zio era segretario generale dell'Eca, l'Ente comunale di assistenza, a cui venne dato questo appartamento, che poi è diventato del Comune di Roma. Lo zio ci abitava gratis, poi quando è morto sono arrivate le bollette, che peraltro all'inizio erano intestate a lui».

Allo zio defunto?
«Esatto».

Con 3mila euro al mese o anche meno, potreste tranquillamente permettervi l'affitto di una casa a prezzo pieno, magari non questa...
«Ma abbiamo tante spese, dobbiamo aiutare i nostri figli, uno è disoccupato, prende il reddito di cittadinanza».

Davvero?
«È anche invalido, ha la dislessia. È domiciliato qui, ma ha la residenza in una casa dell'Ater».

Il Comune sostiene di aver mandato le disdette per case come la sua, che tocca solo aspettare.
«Qui non è arrivato nulla».

Ma avete mai pensato di trasferirvi e di lasciare al Comune questo immobile che, in fin dei conti, è di tutti i romani?
«Potremmo andare in un'altra zona, ma siamo qui da trent'anni. Ci piacerebbe comprare la casa».

Servirebbero svariati milioni...
«Mah, in realtà qui ci sono molti problemi».

Davvero? Entrando dal portone si vedono statue di marmo, decorazioni alle pareti, mosaici. Qui ha abitato Pertini..
«Ma non si faccia ingannare, alcune pareti sono scrostate, diversi punti luce sulle scale non funzionano e non ci mandano l'elettricista. Pensi che proprio oggi ho dovuto cambiare una lampadina. Poi non abbiamo più le chiavi per la terrazza, non possiamo andarci, sarebbe un diritto condominiale». Alla fine della chiacchierata, sull'uscio sbuca un gatto. «Si chiama Orfeo, lui non paga neanche un euro di affitto».

Ultimo aggiornamento: 12:54 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Gli straordinari delle maestre con gli stracci per pulire l’aula

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma