ROMA

Montecompatri, morì nel reparto a 48 anni: la famiglia della poliziotta dona 14 televisori all'ospedale

Sabato 7 Aprile 2018

Scoperta questa mattina una targa di ringraziamento della famiglia del sostituto commissario di polizia Alessandra Lorenzini, deceduta lo scorso ottobre dopo una grave malattia all'ospedale San Raffaele di Montecompatri. La famiglia Lorenzini, presente oggi all'hospice, con la mamma Maddalena, il figlio Leonardo, la sorella Maria Cristina, il fratello Davide, la cognata e il nipote, ha voluto anche donare - per volere di Alessandra - 14 televisori di ultima generazione al reparto, da mettere in ogni stanza dei degenti.
 

 

Presente alla cerimonia il presidente della Fondazione San Raffaele Carlo Trivelli, che ha ringraziato la famiglia Lorenzini per il bel gesto e ha detto che di fronte «a malattie così gravi dovremmo essere tutti uniti come una sola comunità, per rendere la vita dei pazienti serena e confortevole anche nei momenti più tragici della malattia». Alla cerimonia hanno partecipato anche tutti i colleghi del commissariato di polizia dove Alessandra Lorenzini ha lavorato per molti anni prima di spegnersi all'età di 48 anni, lo scorso 19 ottobre. Il fratello Davide ha anche annunciato la creazione di una onlus con il nome della sorella che si occuperà di volontariato e di aiutare le persone malate di tumore. Un grande ringraziamento da parte della famiglia è andato a tutto il personale sanitario del reparto per le cure e l'amore verso i malati negli ultimi giorni della loro vita.

Ultimo aggiornamento: 17:44 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Sui bus e la metro di Roma le voci parlano strano: fermate “Gnogno” e “Megabyte 1”

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma