ROMA

Incendio al "Villa San Pietro", una paziente: «La corsia era invasa dal fumo, tutti urlavano spaventati»

Sabato 3 Novembre 2018
«Quando l'infermiera mi ha detto che era divampato un incendio nell'ospedale e di rimanere in stanza ho avuto paura. Ho bagnato un asciugamano, l'ho messo davanti alla bocca e sono scappata giù. Nel corridoio non si vedeva nulla. Era tutto pieno di fumo». A raccontarlo è Elena, una paziente ricoverata in medicina d'urgenza dell'ospedale Villa San Pietro. «Ho visto scene di panico, le persone erano spaventatissime. Mi sono svegliata perché ho sentito che si fermava l'ossigeno della mia vicina di letto - ricorda -. Ho pensato al peggio. Poi ho visto che in realtà era andata via la luce. Dopo qualche minuto l'infermiera ci ha detto dell'incendio».

LEGGI ANCHE Notte di paura: trasferiti 400 pazienti

 

«Quando sono arrivata alle 6 la puzza di fumo nel piazzale era fortissima. Si vedeva fumo nero uscire dalle finestre. Una scena terribile». A raccontarlo una dipendente del bar dell'ospedale San Pietro, interessato nella notte da un incendio. L'odore acre di fumo si avverte ancora all'esterno dei padiglioni dell'ospedale. Sul posto vigili del fuoco, polizia, carabinieri e 118. Diversi i parenti che aspettano di vedere i loro familiari ricoverati. «Mia madre è ricoverata al terzo piano - dice una donna - stiamo aspettando di capire dove sarà trasferita. Mi ha detto che ga avuto paura. Per fortuna la macchina dei soccorsi ha funzionato». «Dentro è tutto annerito - sussurra un ragazzo che esce con la mascherina dall'ingresso principale - La chiesa è la cosa ridotta peggio». Ultimo aggiornamento: 12:38 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

La Roma di Max Pezzali: questa città è difficile, ma ci vivrei

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma