Incendio al San Camillo, Zingaretti: «Grande dolore». Storace annuncia interrogazione urgente

Incendio al San Camillo, Zingaretti: «Grande dolore». Storace annuncia interrogazione urgente
2 Minuti di Lettura
Domenica 1 Maggio 2016, 19:17

«Voglio esprimere le mie condoglianze e quelle della Regione Lazio ai familiari del paziente morto oggi all'ospedale San Camillo. Un dolore vero, un episodio terribile che solo il pronto intervento degli operatori dell'ospedale, che ringrazio, e dei sistemi antincendio e di sicurezza della struttura hanno impedito potesse avere conseguenze ancora più gravi». Lo comunica in una nota l'Ufficio Stampa della Regione Lazio. «Ho subito istituito una Commissione che, in supporto all'attento lavoro già in atto da parte della magistratura e delle forze dell'ordine - conclude - ci permetterà in giorni pochi di conoscere e di rendere pubbliche le cause che hanno portato a questo grave incidente».

E a tirare in ballo il presidente della Regione è stato Francesco Storace, vicepresidente del Consiglio regionale del Lazio. «Vogliamo sapere per filo e per segno come si è verificata la tragedia di questa notte al San Camillo di Roma, vogliamo sapere di chi sono le responsabilità», ha scritto in una nota, annunciando che lunedì presenterà «un'interrogazione urgente a Zingaretti, che magari per una volta ci metterà la faccia in Aula per spiegare: perchè voglio sapere come era composto il turno, quanti medici e infermieri c'erano a quell'ora e come sia stato possibile che un incendio scoppiasse senza che nessuno riuscisse a intervenire per tempo e come mai non si trova la cartella clinica del paziente o nessuno, a distanza di ore, sia stato in grado nemmeno di identificarlo». «Basta con le autoassoluzioni di una sanità che sta precipitando sempre di più. È da tempo che avvisiamo Zingaretti sui guai degli ospedali romani e segnatamente di una struttura dove si muore addirittura carbonizzati. I tagli? Le incapacità? La noncuranza? La morte orribile di un uomo presentano un conto drammatico. Nei mesi si sono succedute innumerevoli denunce di degrado e abbandono, specie nelle ore notturne, dei nostri nosocomi per carenza di personale. Tutte cadute nel silenzio e nell'indifferenza di un Governatore che si limita sempre a ripetere che va tutto bene. Non va bene per niente», ha concluso Storace.

Ha espresso solidarietà il candidato sindaco del Pd Roberto Giachetti. «Ho appreso dell'incidente all'Ospedale San Camillo. Sarei voluto andare di persona sul luogo per capire come è stato possibile e per portare la mia solidarietà alle vittime e a chi sta lavorando per gestire l'emergenza, ma mi sono fermato. So che in campagna elettorale questi gesti rischiano di apparire opportunistici. Allo stesso tempo sento di voler utilizzare queste righe per esprimere tutta la mia attenzione al mondo del lavoro e alla sicurezza dei lavoratori e per rivolgere la mia vicinanza alle vittime di questo incidente, in particolare in una giornata come quella del primo maggio». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA