Due cadaveri trovati a Roma
Forse entrambi morti di overdose

Due cadaveri trovati a Roma Forse entrambi morti di overdose
di Marco De Risi
2 Minuti di Lettura

Due cadaveri trovati a Roma nel giro di poche ore. Forse entrambi morti di overdose.

Magliana Il primo ieri sera alla Magliana. Il corpo di un uomo, immerso nel fango, è stato segnalato da un passante alla polizia su un tratto di via Vaiano alla Magliana, sul greto del Tevere. Il corpo era supino con la testa in una pozza di sangue. In un primo momento gli investigatori hanno ipotizzato che si potesse trattare di un omicidio. Poi, dopo un sopralluogo durato ore, gli inquirenti sarebbero giunti alla conclusione che la causa della morte potrebbe ricondursi ad un’overdose.

Poco distante dal cadavere, infatti, è stata trovata una siringa da insulina. Ora bisognerà verificare se l’uomo sia morto per l’iniezione fatale oppure per altre cause. Fondamentale, quindi, saranno gli esiti dell’autopsia che si terrà nei prossimi giorni nell’istituto di medicina legale della Sapienza. Intanto è stato identificato il corpo: è quello di Marco R., 41 anni, la cui scomparsa è stata denunciata alla polizia tre giorni fa dalla madre. L’uomo, sempre secondo chi indaga, avrebbe avuto qualche piccolo precedente penale e non è escluso che ricorresse all’uso di stupefacente.

Tuscolano Stamattina, invece, verso le 8, è stato trovato un altro cadavere nei giardinetti di piazza Ragusa, poco distante la stazione Tuscolana. E’ stato identificato. Si tratta di un uomo italiano di 54 anni, senza fissa dimora. La morte è stata causata da un’overdose di eroina. Nel braccio infatti è stata trovata una siringa con tracce di droga. Anche in questo caso la salma sarà sottoposta ad autopsia.

Lunedì 10 Febbraio 2014, 09:33 - Ultimo aggiornamento: 18:46
© RIPRODUZIONE RISERVATA