Lo svincolo sulla Terminillese
bloccato perché costruito
su terreno non espropriato

Lo svincolo sulla Terminillese bloccato perché costruito su terreno non espropriato
di Giacomo Cavoli
1 Minuto di Lettura
Venerdì 1 Novembre 2019, 01:51

RIETI - Dopo l’infuocato incontro in aula consiliare dei sostenitori del no al sottovia di viale Maraini, la viabilità cittadina è uno dei temi caldi delle ultime settimane. Ma mentre si resta in attesa dell’invio del progetto del sottopasso da parte di Rete ferroviaria italiana, in Comune non mancano i problemi.

Il pasticcio più grande al quale far fronte, al momento, è quello dello svincolo realizzato sulla Terminillese per consentire l’accesso alla casa di accoglienza dell’Alcli «Giorgio e Silvia», chiuso dai vigili urbani perché, ufficialmente, «ritenuto pericoloso». In realtà, all’ufficio dell’Urbanistica, al comando di via Foresta hanno scoperto che i lavori di asfaltatura erano stati realizzati su un terreno non di proprietà del Comune.

L'ARTICOLO COMPLETO NELL'EDIZIONE
DI RIETI DE IL MESSAGGERO IN EDICOLA
OGGI, VENERDI' 1 NOVEMBRE

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA