Rieti, Tsm e Terminillo, Belli controreplica: «Su presenze stime errate»

Terminillo in inverno
di Giacomo Cavoli
1 Minuto di Lettura
Lunedì 27 Luglio 2020, 06:23

RIETI - Oltre alla querelle ambientale, non c’è ombra di accordo neanche sul business plan del Tsm, dopo che sabato Il Messaggero ha pubblicato la contro-analisi del piano finanziario redatta da Fabio Belli (ex direttore pianificazione e controllo Rai e direttore finanziario di Rai Pubblicità), incaricato dagli ambientalisti di valutare il business plan del Tsm. A rispondere, ieri, è stato il presidente di Federalberghi Rieti, Michele Casadei, evidenziando la «lettura errata» di Belli.

I punti
«Secondo il business plan del Tsm - incalza Belli - il nuovo comprensorio con il Terminillo diverrebbe il primo dopo Roccaraso già nella stagione 2021/2022 quando, con innevamento artificiale e impianti ancora non completati, si limiterebbe a fare “soltanto” 100mila presenze in più rispetto allo storico. Il Tsm raggiungerebbe poi nella stessa stagione 280mila presenze e poco meno del 30% della quota del mercato di riferimento (Roccaraso, Campo Felice, Ovindoli), partendo da un posizionamento marginale 3-4%. Sempre nel 2021/2022, distaccherebbe Campo Felice di circa 100mila presenze e, nel 2021, fatturerebbe 5 milioni, superando agevolmente sia Campo Felice che Ovindoli. Apprezzo la grande passione di Casadei e dei soci, che consente loro di credere nell’impossibile - conclude Belli. - Chiedo ai cittadini e alle istituzioni che si apprestano a concedere contributi pubblici all’iniziativa, se si può dar credito a questo racconto e auspico che possa essere organizzato un dibattito pubblico su numeri e dati del Tsm».

© RIPRODUZIONE RISERVATA